Per dire NO all’uso del (combustibile derivato dai rifiuti) come combustibile nei cementifici basterebbe considerare che la legislazione USA obbliga i cementieri a indicare sul contenitore se il , in esso contenuto, deriva o no dallo smaltimento di rifiuti.


Infatti, il ottenuto con il co-incenerimento di e combustibile fossile, diventa pericoloso per la salute a causa dei rilasci dei manufatti con esso realizzati (vedasi il caso del cromo esavalente nel sangue dei lavoratori del tunnel della Manica).





Inoltre, i cementifici hanno limiti di concentrazioni di inquinanti, autorizzati allo scarico in atmosfera, superiori rispetto agli inceneritori pur avendo un flusso di emissioni maggiore.




Alle associazioni , , Isola Pulita, Rifiuti Zero Palermo e basta  quanto sopra per dichiararsi assolutamente contrarie a ogni forma di co-incenerimento, anche temporaneo.




Al posto della combustione del si propongono i trattamenti a freddo, come TMB o la produzione di sabbia sintetica tipo Vedelago, realizzando così, senza inquinare e senza effetto serra, recupero di materia o non di energia.




Dietro l’angolo ci sono i cementieri di Isola delle Femmine, Porto Empedocle, Ragusa, Catania e di Priolo, che aspettano l’autorizzazione del co-incenerimento del : questo non lo permetteremo e ci opporremo con ogni mezzo democratico contro il tentativo di bruciare nei cementifici.


Caricato da isolapulita. - I nuovi video di oggi.

Altro elemento di distorsione nel funzionamento delle società d'ambito concerne la frequente e pressoché sistematica elusione delle regole di evidenza pubblica nella scelta delle imprese cui affidare i lavori, imprese spesso prive dei necessari requisiti di professionalità, caratterizzate da assunzioni clientelari, che in molti casi, come accertato dalla Commissione, hanno riguardato individui con pregiudizi penali, o legati da rapporti di parentela con soggetti pregiudicati.Le criticità di ordine economico finanziario degli ATO hanno quindi avuto ricadute gravissime nella gestione del ciclo dei rifiuti nella regione siciliana, contribuendo a determinare situazioni di altrettanto grave pregiudizio per la salubrità dell'ambiente e, quindi, la salute dei cittadini.
Relazione Commissione Parlamentare sui Rifiuti in Sicilia 6/10/10





mercoledì 18 gennaio 2012

L’assessore dr. Marcello Cutino aggredisce il blogger Ciampolillo la mattina di sabato 2 aprile 2011 per impedirgli di raccogliere informazioni sulla Raccolta rifiuti

CERCASI IL GEOLOGO DOTTORE CUTINO DISPERATAMENTE

CERCASI IL GEOLOGO DOTTORE CUTINO DISPERATAMENTE

Consiglio Comunale Isola delle Femmine 1 febbraio 2010 Rinascita Isolana: Le Vostre collusioni con i POTERI FORTI

Consiglio Comunale Isola delle Femmine 1 febbraio 2010 Rinascita Isolana: Le Vostre collusioni con i POTERI FORTI

CONSIGLIO COMUNALE ISOLA DELLE FEMMINE 23 SETTEMBRE 2011 INTERROGAZIONI 2 APRILE SPIAGGE SSR

ISOLA DELLE FEMMINE SABATO 2 APRILE 2011 ORE 11,30 SI SCATENA LA VIOLENZA DELL’ASSESSORE

Consiglio Comunale Isola delle Femmine Infiltrazioni mafiose nella Pubblica Amministrazione

DOTTORE Cutino Marcello il GEOLOGO

A PROPOSITO DELL’ASSESSORE “AMBIENTALISTA” E LE SUE AFFINITA’ ELETTIVE

A PROPOSITO DELLA MATTINA DI SABATO 2 APRILE 2011 LA REALTA’ MISTIFICATA

CERCASI CUTINO DISPERATAMENTE

CERCASI il geologo CUTINO DISPERATAMENTE

CERCASI il geologo CUTINO DISPERATAMENTE

Consiglio Comunale Isola delle Femmine 1 febbraio 2010 Rinascita Isolana: Le Vostre collusioni con i POTERI FORTI

CONSIGLIO COMUNALE ISOLA DELLE FEMMINE 23 SETTEMBRE 2011 INTERROGAZIONI 2 APRILE SPIAGGE SSR

Consiglio Comunale Isola delle Femmine "infiltrazioni mafiose nella Pubblica Amministrazione"

Cutino Ciampolillo e l’aggressione di sabato mattina 2 aprile 2011 in via Garibaldi a isola delle Femmine



    • Cutino Portobello Aiello Progetto Isola Amministrazione Elezioni e...........

      Dichiarazione Consigliare Rinascita Isolana AL PRESIDENTE DEL Consiglio Comunale

      DIONISI CUTINO I PACCHI DELL’AMBIENTALISTA rosso-verde-arancione

      DIONISI CUTINO I PACCHI DELL’AMBIENTALISTA rosso-verde-arancione

      Dottore Marcello Cutino il GEOLOGO

      venerdì 6 gennaio 2012

      ARCHIVIO MUNNEZZA PIANO RIFIUTI SOCIETA' CONSORZI LIQUIDAZIONE ATO PROGETTI SPERIMENTALI

      GESTIONE RIFIUTI DANNI ERARIALI la mancata verita’ del PROFESSORE atto 27 23 9 2011 trade eco service





      Gestione rifiuti e Enti Locali

      Cattiva gestione rifiuti, quando scatta il danno erariale

      Daniela Bauduin
      La Corte dei conti, ha ritenuto sussistere il danno pubblico patrimoniale materiale determinato dalla mancata o insufficiente realizzazione della raccolta differenziata.
      Dall’antichità ad oggi, l’attività della pubblica Amministrazione si è enormemente accresciuta.
      Questo continuo ampliarsi dei compiti del detentore di pubblico potere, nei diversi livelli di governo che compongono la Repubblica, deriva dal progresso sociale, ovvero dal fatto che l’uomo aumenta sempre più i propri bisogni e le proprie aspirazioni.
      I bisogni collettivi in rilievo nelle osservazioni che si procede ad esporre riguardano la gestione dei rifiuti. Infatti, a fronte di un continuo incremento qualitativo e quantitativo dei rifiuti stessi sussistono molteplici e gravi forme di inquinamento ambientale causato dalla loro cattiva gestione, fino a giungere a fenomeni di criminalità organizzata.
      In un sistema contrassegnato dallo spreco delle risorse assume, allora, un ruolo centrale la raccolta differenziata e quindi una politica che privilegi il riutilizzo ed il recupero delle risorse medesime.
      Giova precisare che la nostra legislazione in materia di rifiuti si inquadra nel più ampio contesto della salvaguardia dell’ambiente, che trova il suo fondamento costituzionale nei principi di tutela del paesaggio (art. 9 Cost.) e della salute (art. 32 Cost.) e che si colloca nell’ambito della “tutela dell’ambiente e dell’ecosistema”, che è materia di competenza esclusiva statale ai sensi dell’art. 117, secondo comma, lettera s), della Costituzione.
      Nel campo della gestione dei rifiuti solidi urbani si deve richiamare il D.lgs. 5 febbraio 1997, n. 22 (cd. decreto Ronchi) ed il D.lgs. 3 aprile 2006 n. 152, che dà esecuzione alla delega contenuta nella Legge 15 dicembre 2004, n. 308, per il riordino, il coordinamento e l’integrazione della legislazione in materia ambientale, dando attuazione alle Direttive comunitarie 91/156/CEE sui rifiuti, 91/689/CEE sui rifiuti pericolosi e 94/62/Ce sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio.
      Il D.lgs. n. 22 del 1997 citato individua le funzioni amministrative relative alla gestione dei rifiuti a livello regionale, provinciale e comunale, configurando le operazioni di recupero, riutilizzo e riciclo dei materiali e la progressiva riduzione delle discariche come sistema ordinario di smaltimento solo per i rifiuti inerti e per quelli residuati dalle operazioni di riciclaggio e di recupero.
      Il secondo capo del decreto Ronchi disciplina il riparto delle competenze amministrative inerenti la gestione del ciclo dei rifiuti.
      Per quanto riguarda la raccolta differenziata, spetta allo Stato indicare i criteri generali per l’organizzazione e l’attuazione della raccolta differenziata dei rifiuti urbani (art. 18, primo comma, lettera m); mentre alle Regioni compete la “regolamentazione delle attività di gestione dei rifiuti, ivi compresa la raccolta differenziata di rifiuti urbani, anche pericolosi, con l’obiettivo prioritario della separazione dei rifiuti di provenienza alimentare, degli scarti di prodotti vegetali e animali, o comunque ad alto tasso di umidità, dai restanti rifiuti” (art. 19, comma 1°, lettera b).
      Le Province hanno il compito di curare l’organizzazione delle attività di raccolta differenziata dei rifiuti urbani e assimilati sulla base di ambiti territoriali ottimali delimitati ai sensi dell’art. 23; mentre i Comuni devono stabilire “le modalità del conferimento, della raccolta differenziata e del trasporto dei rifiuti urbani al fine di garantire una distinta gestione delle diverse frazioni di rifiuti e promuovere il recupero degli stessi” (art. 21, comma 1°, lettera c).
      L’articolato normativo menzionato evidenzia l’obbligo delle Amministrazioni comunali di attuare le prescrizioni legislative in materia di raccolta differenziata dei rifiuti, fase imprescindibile e rilevantissima della gestione integrata del ciclo dei rifiuti medesimi, finalizzata a scopi di tutela ambientale, di risparmio energetico e di realizzazione di nuovi prodotti mediante riciclaggio.
      Concluso il breve richiamo alle norme di rilievo, si può passare all’esame specifico della pronuncia della Corte dei conti, che ha ritenuto sussistere il danno pubblico patrimoniale materiale determinato dalla mancata o insufficiente realizzazione della raccolta differenziata.
      Si tratta della sentenza n. 58231 del 12 novembre 2009, con cui il giudice contabile ha ravvisato la responsabilità per danno erariale in capo al Sindaco del Comune di Marcianise (Caserta), nonché, per le rispettive competenze, la responsabilità amministrativa del Dirigente del Settore “Urbanistica, Ambiente, Ecologia e Tutela del Territorio” e del Capo Servizio “Ambiente, Ecologia e Tutela del Territorio”, per aver omesso gli interventi volti ad adempiere all’ineludibile obbligo di garantire il servizio di raccolta differenziata ed il raggiungimento dei relativi minimi percentuali, in ragione della crisi del sistema investente la Regione.
      La Procura regionale ha posto a fondamento della propria azione risarcitoria un danno economicamente valutabile, ritenendo tale una perdita di risorse finanziarie che si realizza senza alcun vantaggio per l’Amministrazione pubblica e quindi con un depauperamento del patrimonio erariale, conformemente al principio da tempo affermato dalle Sezioni Riunite della Corte dei Conti (sentenza 24 maggio 2000, n. 7).
      Riguardo alla certezza e alla esigibilità del danno, le stesse Sezioni Riunite, tenuto conto delle possibili diverse fattispecie, hanno stbilito che il momento in cui può dirsi realizzato l’evento dannoso va fatto risalire, per il danno diretto (tale è quello oggetto della sentenza in esame), al pagamento, senza alcuna utilità, effettuato dall’Amministrazione, essendo quello il momento in cui la perdita patrimoniale diviene certa e attuale.
      Il nocumento patrimoniale in parola si è manifestato, ad avviso del Collegio, sotto vari profili, vedendo quali soggetti danneggiati il Comune e l’Erario, ovvero l’ingiustificato costo sostenuto a titolo di tariffa smaltimento rifiuti per il conferimento dei rifiuti indifferenziati presso gli impianti di produzione e l’esborso per le situazioni emergenziali.
      Quanto alla sussistenza del nesso di causalità, la Corte ha evidenziato che il danno alle finanze del Comune di Marcianise e dell’Erario è stato il risultato del comportamento assunto in violazione degli obblighi di servizio facenti capo ai convenuti, i quali, ciascuno in relazione alla parte di propria competenza, essendo incardinati nell’apparato amministrativo dell’ente, dunque legati ad esso da un rapporto di servizio, hanno agito in difformità da norme di legge e di corretto svolgimento dell’azione amministrativa, non operando “per la prescritta attivazione della raccolta differenziata dei rifiuti, a dispetto dell’insieme delle disposizioni contenute in tal senso in norme di legge, in ordinanze P.C.M. e commissariali, nonché nel Regolamento comunale del 1997”. In particolare, il giudice contabile ha ritenuto violato l’art. 50 del Testo unico delle disposizioni in materia di enti locali, approvato con il D.lgs. n. 267 del 2000, rubricato “Competenze del sindaco e del presidente della provincia”, il quale prevede che il Sindaco, in quanto organo responsabile dell’Amministrazione del Comune, deve esercitare le funzioni attribuitegli “dalle leggi, dallo statuto e dai regolamenti”.
      Nel caso di specie, il Sindaco ha omesso di assumere iniziative finalizzate all’incremento della raccolta differenziata dei rifiuti, ferma presso il Comune di Marcianise a percentuali irrisorie, nonostante svariate disposizioni ponessero a carico dei Comuni un obbligo in tal senso, allontanandosi altresì dall’obiettivo comunitario di realizzare “una società del riciclaggio” che utilizzi i rifiuti come risorse.
      Copyright © - Riproduzione riservata
      Fonte della notizia ISPSOA Enti Locali





      CORRISPETTIVI RIFIUTI 2011
       
      • Atto numero 161  del 24-10-2011
       
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia ed all'atto transattivo con AMIA s.p.a. - settembre - ottobre 2011
      Atto numero 161  del 24-10-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
      Allegato: det del 5 settore n.161.pdf (126 kb) File con estensione pdf
      € 115.169,35  


      • Atto numero 152  del 07-10-2011


      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia ed all'atto transattivo con AMIA s.p.a. - agosto - settembre 2011 Atto numero 152  del 07-10-2011 Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO Allegato: det.152 - 5 settore..pdf (124 kb) File con estensione pdf
      € 115.169,35  
      ...IMPEGNARE l'ulteriore somma di Euro 550.000,00 IVA inclusa al 10% per la Servizi Comunali Integrati RSU S.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti per il periodo Agosto-Dicembre imputando l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato -ATO" del corrente bilancio in corso di formazione;
      ....LIQUIDARE la somma di Euro 15.508,05 quale saldo della rata relativa al mese di luglio-agosto, già liquidata con determinazione del V Settore n 133... 
      • ATTO numero 133  del 31-08-2011
      ATTO numero 133  del 31-08-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO Allegato: DETERMINA V SETTORE N.133.pdf (35 kb) File con estensione pdf
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia ed all'atto transattivo con AMIA s.p.a. - luglio - agosto 2011  
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVON. 133 DEL 31/08/2011
      Oggetto: liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all’accordo presso l’Assessorato dell’energia ed all’atto transattivo con AMIA s.p.a. - luglio - agosto 2011
      VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
      VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni ed integrazioni;
      VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
      VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
      DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
      RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
      VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
      RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
      PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
      VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
      VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
      VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di 829.690,02;
      CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
      VISTA la nota prot. 7099 del 30/06/2011/PUG/fax/e-mail della società A.T.O. Pa 1, introitata al nostro prot. 11250 del 04/07/2011, con la quale la società ATO Pa 1 trasmette il piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro con AMIA s.p.a., secondo il quale il Comune di Isola delle Femmine deve versare la somma mensile di € 115.169,35 di cui € 100.000,00 relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia del 11/04/2011, ed € 15.169,35 relativo al piano di rientro con AMIA di cui al verbale del 23/06/2011;
      D E T E R M I N A per i motivi in premessa specificati:Liquidare la somma di € 100.000,00 (centomila/00) iva inclusa, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti per il mese di luglio 2011 relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'Energia del 11/04/2011, imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione;
      Liquidare la somma di € 15.169,35 (quindicimilacentosessantanove/35) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di agosto 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, relativo al piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro della società A.T.O. Pa 1 con AMIA s.p.a., imputandone l'onere sulcapitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione.Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.Restano fatti salvi eventuali conguagli.Il Responsabile del V Settorearch. Sandro D'Arpa
      IMP N 415/2011  
      • ATTO numero 126  del 04-08-2011
      Oggetto: Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'atto transattivo con AMIA s.p.a. - luglio 2011. ATTO numero 126  del 04-08-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO Allegato: det n.126.11 del 04.8.11 - 5settore.pdf (36 kb) File con estensione pdf
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'atto transattivo con AMIA s.p.a. - luglio 2011.
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVON. 126 DEL 04/08/2011
      Oggetto: liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia ed all’atto transattivo con AMIA s.p.a. giugno - luglio 2011.
      VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
      VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni ed integrazioni;
      VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
      VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
      DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
      RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
      VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
      RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
      PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
      VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
      VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
      CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
      VISTA la nota prot. 7099 del 30/06/2011/PUG/fax/e-mail della società A.T.O. Pa 1, introitata al nostro prot. 11250 del 04/07/2011, con la quale la società ATO Pa 1 trasmette il piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro con AMIA s.p.a., secondo il quale il Comune di Isola delle Femmine deve versare la somma mensile di € 115.169,35 di cui € 100.000,00 relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia del 11/04/2011, ed € 15.169,35 relativo al piano di rientro con AMIA di cui al verbale del 23/06/2011;
      D E T E R M I N A per i motivi in premessa specificati:Liquidare la somma di € 100.000,00 (centomila/00) iva inclusa, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti per il mese di giugno 2011 relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'Energia del 11/04/2011, imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione;Liquidare la somma di € 15.169,35 (quindicimilacentosessantanove/35) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di luglio 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, relativo al piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro della società A.T.O. Pa 1 con AMIA s.p.a., imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione.Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.Restano fatti salvi eventuali conguagli.Il Responsabile del V Settorearch. Sandro D'Arpa
      IMP N 415/2011  
      • ATTO numero 106  del 04-07-2011
      Oggetto: Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'atto transattivo con AMIA s.p.a. - giugno 2011. ATTO numero 106  del 04-07-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO Allegato: DETERMINA 5 SETTORE N.106.pdf (35 kb) File con estensione pdf
       Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. relativo all'atto transattivo con AMIA s.p.a. - giugno 2011.
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL 5° SETTORE TECNICO-MANUTENTIVO N. 106 DEL 04/07/2011
      Oggetto: LIQUIDAZIONE DEL CORRISPETTIVO DOVUTO ALLA SERVIZI COMUNALI INTEGRATI R.S.U. SPA RELATIVO ALL’ATTO TRANSATTIVO CON AMIA SPA – GIUGNO 2011.
      VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
      VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni ed integrazioni;
      VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
      VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
      DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
      RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
      VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
      RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
      PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
      VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
      VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
      VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
      CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
      VISTA la nota prot. 7099 del 30/06/2011/PUG/fax/e-mail della società A.T.O. Pa 1, introitata al nostro prot. 11250 del 04/07/2011, con la quale la società ATO Pa 1 trasmette il piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro con AMIA s.p.a., secondo il quale il Comune di Isola delle Femmine deve versare la somma mensile di € 115.169,35 di cui € 100.000,00 relativo all'accordo presso l'Assessorato dell'energia del 11/04/2011, ed € 15.169,35 relativo al piano di rientro con AMIA di cui al verbale del 23/06/2011;D E T E R M I N Aper i motivi in premessa specificati:
      Liquidare la somma di € 15.169,35 (quindicimilacentosessantanove/35) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di giugno 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, relativo al piano di riparto delle somme per la copertura del piano di rientro della società A.T.O. Pa 1 con AMIA s.p.a., imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione.
      Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.Restano fatti salvi eventuali conguagli.
      Il Responsabile del V Settorearch. Sandro D'Arpa
      IMP N 415/2011  
      • ATTO numero 105  del 30-06-2011
      Oggetto: Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di maggio 2011 - acconto sull'importo dovuto per l'anno 2011 ATTO numero 105  del 30-06-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO Allegato: DETERMINA 5 SETTORE N.105.pdf (36 kb) File con estensione pdf
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di maggio 2011 - acconto sull'importo dovuto per l'anno 2011  
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVON. 105 DEL 30/06/2011
      Oggetto: liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di maggio 2011 - acconto sull’importo dovuto per l’anno 2011
      VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
      • VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni ed integrazioni;
      • VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
      • VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
      • DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
      • RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
      • VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
      • RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
      • PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
      • VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
      • VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
      • VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
      • CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
      • RITENUTO, pertanto, di potere procedere alla liquidazione del corrispettivo stabilito nel piano industriale, salvo conguagli finali a debito o a credito;
      • RITENUTO di potere effettuare la liquidazione in acconto alla somma definitivamente accertata con l'esito del contenzioso ancora aperto;
      • VISTE le ripetute note dell'A.T.O. Pa. 1 indirizzate a questo Ente, nelle quali vengono rappresentate le gravi condizioni economiche in cui la stessa società versa;
      • VISTA la nota prot. 16917/COMM del 12/04/2011 dell'Ufficio del Commissario delegato presso il dipartimento regionale dell'Acqua e dei rifiuti, trasmessa con nota prot. 412 del 12/04/2011 introitata al nostro prot. 6171 del 13/04/2011, con la quale viene chiarita la necessità di provvedere ai pagamenti da parte dei comuni soci nei confronti dell'ATO;
      • VISTO il verbale di riunione del 11/04/2011 tenutasi presso l'Assessorato Regionale dell'Energia e dei Servizi di pubblica utilità, nella quale il Sindaco di questo Comune si è impegnato a versare la somma di € 100.000,00 (centomila) entro i primi venti giorni di ogni mese;
      • CONSIDERATO dunque di dovere provvedere alla liquidazione in acconto ai servizi che la Società A.T.O. Pa 1 relativi all'anno 2011;
      D E T E R M I N A per i motivi in premessa specificati:
      • Liquidare la somma di € 100.000,00 (centomila/00) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di maggio 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti,imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione.
      • Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.Restano fatti salvi eventuali conguagli.Il Responsabile del V Settorearch. Sandro D'Arpa
      IMP N 415/2011  
      • ATTO numero 82  del 01-06-2011
      Oggetto: Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di aprile 2011 - Acconto sull'importo dovuto per l'anno 2011.ATTO numero 82  del 01-06-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO Allegato: DET_ 5 SETTORE N_82.pdf (34 kb) File con estensione pdf
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di aprile 2011 - Acconto sull'importo dovuto per l'anno 2011. 


      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE Provincia di Palermo

      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVON. 82 DEL 01/06/2011

      Oggetto: liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di aprile 2011 - acconto sull’importo dovuto per l’anno 2011.

      IL RESPONSABILE DEL SETTORE

      VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
      VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni edintegrazioni;
      VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
      VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
      DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;
      RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
      VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
      RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
      PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
      VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
      VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
      CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
      RITENUTO, pertanto, di potere procedere alla liquidazione del corrispettivo stabilito nel piano industriale, salvo conguagli finali a debito o a credito;
      RITENUTO di potere effettuare la liquidazione in acconto alla somma definitivamente accertata con l'esito del contenzioso ancora aperto;
      VISTE le ripetute note dell'A.T.O. Pa. 1 indirizzate a questo Ente, nelle quali vengono rappresentate le gravi condizioni economiche in cui la stessa società versa;
      VISTA la nota prot. 16917/COMM del 12/04/2011 dell'Ufficio del Commissario delegato presso il dipartimento regionale dell'Acaua e dei rifiuti, trasmessa con nota prot. 412 del 12/04/2011 introitata al nostro prot. 6171 del13/04/2011, con la quale viene chiarita la necessità di provvedere ai pagamenti da parte dei comuni soci nei confronti dell'ATO;
      VISTO il verbale di riunione del 11/04/2011 tenutasi presso l'Assessorato Regionale dell'Energia e dei Servizi di pubblica utilità, nella quale il Sindaco di questo Comune si è impegnato a versare la somma di € 100.000,00 (centomila) entro i primi venti giorni di ogni mese;
      CONSIDERATO dunque di dovere provvedere alla liquidazione in acconto ai servizi che la Società A.T.O. Pa 1 relativi all'anno 2011;
      D E T E R M I N A per i motivi in premessa specificati:
      Liquidare la somma di € 100.000,00 (centomila/00) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di aprile 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti, imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio.

      Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.
      Restano fatti salvi eventuali conguagli.Il Responsabile del V SettoreF.to arch. Sandro D'Arpa
      IMP N 415/2011  
      • ATTO numero 82  del 01-06-2011
      Oggetto: Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di aprile 2011 - Acconto sull'importo dovuto per l'anno 2011.ATTO numero 82  del 01-06-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO Allegato: DET_ 5 SETTORE N_82.pdf (34 kb) File con estensione pdf
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di aprile 2011 - Acconto sull'importo dovuto per l'anno 2011. 
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE Provincia di Palermo

      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
      N. 82 DEL 01/06/2011
      Oggetto: liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata nel mese di aprile 2011 - acconto sull’importo dovuto per l’anno2011.

      IL RESPONSABILE DEL SETTORE

      VISTO l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n. 142, recepita con modifiche dall'art. 1 della L.R. 11.12.1991, n. 48, nel testo sostituito dall'art. 12 della L.R. n. 30/2000;
      VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n.165 e successive modificazioni edintegrazioni;
      VISTO l'art.6 della legge 15 maggio 1997, n. 77;
      VISTO l'art.2 della legge regionale 7 settembre 1998, n.23;
      DATO atto che la struttura organizzativa dell'Ente si articola in Settori e Servizi;RILEVATO che per il V Settore la posizione organizzativa è stata conferita, all'arch. Sandro D'Arpa con determina del Sindaco n. 05 del 18/04/2011;
      VISTO il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
      RITENUTA, pertanto, la propria competenza in merito all'oggetto, ai sensi della normativa sopra richiamata e per i motivi sopra indicati;
      PREMESSO che in data 14 gennaio 2005 il Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico;
      VISTA la nota della suddetta società n°346 di protocollo del 31 maggio 2005 con la quale si comunica l'avvio dell'attività di cui sopra a partire dal 13 giugno 2005;
      VISTO l'importo stabilito nel piano industriale per il corrispettivo annuo che questo Comune deve all'ATO, che ammonta ad € 735.924,15 oltre IVA al 10% per la raccolta, il trasporto ed il conferimento a discarica dei RR.SS.UU. ed € 20.173,45 quale costo di gestione della società, per l'importo complessivo di € 829.690,02;
      CONSIDERATO che è in corso un contenzioso tra questo Comune e l'ATO rifiuti, per il riconoscimento del giusto debito;
      RITENUTO, pertanto, di potere procedere alla liquidazione del corrispettivo stabilito nel piano industriale, salvo conguagli finali a debito o a credito;
      RITENUTO di potere effettuare la liquidazione in acconto alla somma definitivamente accertata con l'esito del contenzioso ancora aperto;
      VISTE le ripetute note dell'A.T.O. Pa. 1 indirizzate a questo Ente, nelle quali vengono rappresentate le gravi condizioni economiche in cui la stessa società versa;
      VISTA la nota prot. 16917/COMM del 12/04/2011 dell'Ufficio del Commissario delegato presso il dipartimento regionale dell'Acaua e dei rifiuti, trasmessa con nota prot. 412 del 12/04/2011 introitata al nostro prot. 6171 del 13/04/2011, con la quale viene chiarita la necessità di provvedere ai pagamenti da parte dei comuni soci nei confronti dell'ATO;
      VISTO il verbale di riunione del 11/04/2011 tenutasi presso l'Assessorato Regionale dell'Energia e dei Servizi di pubblica utilità, nella quale il Sindaco di questo Comune si è impegnato a versare la somma di € 100.000,00 (centomila) entro i primi venti giorni di ogni mese;
      CONSIDERATO dunque di dovere provvedere alla liquidazione in acconto ai servizi che la Società A.T.O. Pa 1 relativi all'anno 2011;

      D E T E R M I N A per i motivi in premessa specificati:
      Liquidare la somma di € 100.000,00 (centomila/00) iva inclusa quale corrispettivo per il mese di aprile 2011, alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico quale corrispettivo dovuto per la gestione integrata dei rifiuti, imputandone l'onere sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio.
      Dare atto che la presente liquidazione è fatta in acconto al corrispettivo dovuto per il servizio relativo all'anno 2011.Restano fatti salvi eventuali conguagli.Il Responsabile del V SettoreF.to arch. Sandro D'Arpa
      IMP N 415/2011   
      • ATTO numero 58  del 09-05-2011
      Oggetto: Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di marzo 2011 - Acconto sull'importo per l'anno 2011. Euri 100.000,00 mese di marzo ATTO numero 58  del 09-05-2011 Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO Allegato: det 58.11 manutenzione.pdf (116 kb) File con estensione pdf
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di marzo 2011 - Acconto sull'importo per l'anno 2011.  
      • ATTO numero 58  del 09-05-2011
      Oggetto: Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di marzo 2011 - Acconto sull'importo per l'anno 2011. Euri 100.000,00 mese di marzo ATTO numero 58  del 09-05-2011 Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO Allegato: det 58.11 manutenzione.pdf (116 kb) File con estensione pdf
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di marzo 2011 - Acconto sull'importo per l'anno 2011.
           
      • Atto numero 15  del 24-03-2011
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di gennaio 2011.
      Atto numero 15  del 24-03-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO Allegato: 3 sett. n.15.pdf (139 kb) File con estensione pdf
      GARA GESTIONE SPIAGGE PULIZIA SPIAGGE TEMPORARY ATO PA 1  AG Groupp
       

      ATTO numero 131  del 30-08-2011
      ATTO numero 131  del 30-08-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
      Ulteriore impegno di spesa e prolungamento dell'affidamento dei servizi di pulizia dei tratti demaniali (arenile e scogliera) nel comune di Isola delle Femmine a favore della ditta Gi Group
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
      N. 131 DEL 30/08/2011
      Oggetto: ulteriore impegno di spesa e prolungamento dell’affidamento dei servizi di pulizia dei tratti demaniali (arenile e scogliera) nel comune di Isola delle Femmine a favore della ditta Gi Group
      IL CAPO DEL SETTORE
      1 Visto il D.lgs. n° 267 del 18 agosto 2000;
      2 Visto il D.lgs. n° 165 del 30 marzo 2001;
      3 Vista la L. n° 127 del 15 maggio 1997;
      4 Vista la L.R. n° 23 del 7 settembre 1998;
      5 Visto l'art. 3 bis del regolamento comunale dei contratti;
      6 Vista la precedente determina n. 115 del 11/07/2011 del responsabile del settore V di impegno spesa ed affidamento del servizio di pulizia dei tratti demaniali (arenile e scogliera) nel comune di Isola delle Femmine a favore della ditta Gi Group;
      7 Viste le precedenti note con le quali la società A.T.O. Pa. 1 ha dato dichiara l'impossibilità all'espletamento del servizio di pulizia dei tratti demaniali;
      8 Considerato che la stagione turistica tende a protrarsi oltre il mese di agosto, e che è necessario provvedere al servizio di pulizia dei tratti demaniali, al fine di garantire le condizioni di decoro e di igiene indispensabili alla libera fruizione da parte del pubblico;
      DETERMINA
      9 di impegnare l'ulteriore somma di € 9.000,00 (novemila) a favore della società Gi Group S.p.A. 90133 Palermo (PA) 57, Via Cavour Camillo Benso n. 57 (agenzia per il lavoro) CF/P.IVA 11629770154 con sede in Milano piazza IV Novembre n. 5, impegnandola sul capitolo 1261.00 "Servizio Comunale Integrato - A.T.O." del corrente bilancio in corso di formazione che presenta la necessaria disponibilità;
      10 prolungare il servizio di che trattasi per un periodo di ulteriori trenta giorni alle medesime condizioni di cui al precedente affidamento.
      11 Trattasi di spesa indispensabile, indifferibile ed urgente.
      Imp ___________
      Il responsabile del V settore.
      arch. Sandro D'Arpa
      Parere di regolarità contabile ai sensi dell'art. 49 del Dlgs.n° 267 del 18 agosto 2000
      Il responsabile del servizio finanziario f.f.
      Antonino Tricoli



      •  ATTO numero 44  del 28-06-2011
      ATTO numero 44  del 28-06-2011
      Tipo di Atto: ORDINANZE
      ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento urgente alla ditta Temporary Spa per la pulizia delle aree demaniali "spiagge libere e scogliere".
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      ORDINANZA SINDACALE
      N.44 DEL 28/06/2011
      Oggetto: AFFIDAMENTO URGENTE ALLA DITTA TEMPORARY SPA PER LA PULIZIA DELLE AREE DEMANIALI “SPIAGGE LIBERE E SCOGLIERE”.
      IL SINDACO
      Considerato:
      che il servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per la stagione balneare 2011 non è stato assegnato per problemi riscontrati durante l’espletamento della procedura negoziata;
      Che la pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) rientra tra i servizi accessori che l’A.T.O. Pa 1 può svolgere previa richiesta formale da parte del Comune associato;
      Che con nota prot. n°9155 del 01/06/2011 è stato richiesto il costo per il servizio di pulizia dei tratti di arenile e di scogliera alla società A.T.O. Pa 1
      Che con nota acquisita al prot. n°10169 in data 15/06/2011della società A.T.O. Pa 1, in riscontro alla predetta richiesta, ha comunicato i costi orari per n°1 operatore ecologico feriale e domenicale;
      Che con successiva nota prot. 10697 del 23/06/2011 è stato richiesto, alla stessa società, l’espletamento del servizio accessorio di pulizia delle aree demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) da svolgere con l’impiego di n. 3 unità all’uopo esclusivamente dedicate per 4 ore giornaliere comprese le festività e per un periodo complessivo di 59 giorni;
      Che la società A.T.O. Pa 1 ha comunicato di non potere svolgere il servizio accessorio richiesto, con nota acquisita al protocollo in data 28/06/2011 al n°1105;
      Che la stagione balneare è ormai iniziata e sui tratti demaniali (spiagge libere e scogliera) vengono abbandonati rifiuti (assimilabili a RR.SS.UU.) la cui permanenza rischia di ingenerare gravi disagi igienico sanitari oltre che un enorme danno di immagine per il Comune;
      • Che si ritiene opportuno, nelle more dell’attivazione del servizio attraverso un affidamento a trattativa privata previa gara informale, di garantire comunque la pulizia delle aree demaniali di che trattasi intervenendo tempestivamente ad eseguire gli interventi di pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) al fine di evitare inconvenienti igienico sanitari, di immagine per il Comune e di renderne più confortevole la fruizione ai cittadini;
      Che si rende indifferibile e urgente provvedere all’immediato affidamento ad una ditta di fiducia, specializzata nel settore, per eseguire gli interventi di che trattasi;
      Accertata la disponibilità della società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro) CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), alla quale è stata richiesta con nota prot. 10914 del 28/06/2011, che ha risposto con nota prot. N. 231_0_2009_2151 del 28 giugno 2011 assunta al protocollo di questo Comune al n. 10969 del 28 giugno 2011, indicando il costo orario unitario pari ad € 17,90 al netto dell’IVA;
      Che nelle more di procedere all’affidamento del servizio di pulizia delle aree demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) per l’intero periodo estivo, occorre prevedere l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) per garantire la pulizia ed il decoro delle aree demaniali in questione visto che la stagione estiva è, di fatto, già iniziata;
      Che il costo complessivo del servizio di pulizia delle aree demaniali di che trattasi per un periodo di giorni 10 consecutivi prevedendo l’impiego di n. 3 unità per n. 4 ore giornaliere cadauna ammonta a € 2.148 al netto dell’IVA
      Visto l’articolo n°264 del T.U.LL.SS, n°1265;
      Visto l’articolo n°50 del Decreto Legislativo 267/00;
      Considerata l’urgenza di provvedere
      O R D I N A
      Porre in essere tutti gli adempimenti necessari, per far fronte a quanto sopra descritto, intervenendo con ditta di fiducia ad eseguire gli interventi necessari al fine di pulire i tratti demaniali (arenile e scogliera) nel territorio comunale;
      Affidare i lavori di cui sopra, alla società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro) CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), che gode della fiducia di questo Comune, la quale si è resa immediatamente disponibile, con l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) con inizio decorrente dal giorno successivo della comunicazione della presente Ordinanza;
      Affidare il servizio di che trattasi per un periodo di dieci giorni nelle more che si possa individuare, in termini di legge, una ditta a cui affidare il servizio per l’intera stagione balneare;
      Dare atto che al pagamento di quanto dovuto, si provvederà dietro presentazione di regolare fattura ed attestazione del regolare svolgimento del servizio, previo impegno della somma necessaria;
      Disporre che il responsabile del Servizio assuma il necessario impegno di spesa e disponga i conseguenti atti di gestione.
      Il Sindaco
      Prof. Gaspare Portobello
      • Atto numero 104  del 28-06-2011

      Revoca determina n.99 del 22/06/11 e nuovo impegno di spesa per l'affidamento dei servizi di pulizia dei tratti demaniali nel comune di Isola delle Femmine.
      Atto numero 104  del 28-06-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
      Allegato: DET. 5° SETTORE N.104.pdf (85 kb) File con estensione pdf
      ATTO numero 99  del 22-06-2011
      ATTO numero 99  del 22-06-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
      Allegato: DET. 5° SETTORE N.99.pdf (33 kb) File con estensione pdf
      Affidamento servizio di pulizia delle aree demaniali (arenile e scogliera) alla Servizi Comunali Integrati R. S. U. s.p.a. (ATO PA1) con sede sociale a Partinico via E. Mattei, n°4. Assunzione impegno di spesa
       
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
      N. 99 DEL 22/06/2011
      Oggetto: affidamento servizio di pulizia delle aree demaniali (arenile e scogliera) alla Servizi Comunali Integrati R. S. U. s.p.a. (ATO PA1) con sede sociale a Partinico via E. Mattei, n°4. Assunzione impegno di spesa
      Visto l'articolo n°51 della legge 8 giugno 1990 n°142, recepita con modifiche dall'articolo n°1 della Legge Regionale del 11.12.91, n°48;
      Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993 n°29 e successive modificazioni ed integrazioni;
      Visto l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n°77;
      Visto l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n°23;
      Vista la deliberazione n°30 del 7 febbraio 2005 con la quale la Giunta Comunale ha modificato la struttura organizzativa del Comune, spostando il Servizio di Igiene Ambientale al 3° servizio;
      Rilevato che per il 5° settore la posizione organizzativa è stata conferita all'Architetto Sandro D'Arpa;
      Visto il vigente O. A. EE. LL. in Sicilia;
      Premesso che in data 14 gennaio 2005 questo Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S. U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
      Vista la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla predetta società d'ambito;
      Visto l'articolo n°6 del suddetto contratto che riserva la possibilità al Comune di richiedere alla società d'ambito nuovi servizi e servizi occasionali non indicati nel vigente Piano Industriale riguardante l'igiene ambientale, concordando di volta in volta con la società in questione gli aspetti tecnici ed economici dei servizi richiesti;
      Considerato che l'amministrazione ha la necessità di provvedere in proprio alla pulizia dei tratti di arenile e di scogliera, e che non ha nel proprio organico personale adatto e sufficiente allo svolgimento di detto servizio, e ciò al fine di scongiurare inconvenienti igienico sanitari;
      Vista la nota prot. 9155 del 01/06/2011 con la quale questo Comune ha chiesto alla società A.T.O. Pa 1 di conoscere il costo orario per lo svolgimento del servizio di pulizia dei tratti demaniali;
      Vista la nota di risposta prot. 9155/10169 del 15/06/2011 con la quale la società Servizi Comunali Integrati A.T.O. Pa 1 ha comunicato l'importo unitario pari ad € 19,83 feriale diurno ed € 26,68 domenicale diurno per lo svolgimento del suddetto servizio;
      Ritenuto, pertanto, di potere affidare il servizio di pulizia dei tratti di arenile e di scogliera alla società indicata in oggetto imputando la somma complessiva di € 14.861,6 (quattordicimilaottocentosessantuno/64) sul capitolo 228.1 "Spese gestione spiagge libere" del corrente bilancio in corso di formazione;
      Visto il corrente bilancio in corso di approvazione;
      Considerato che si tratta di spesa indispensabile, urgente ed indifferibile;
      D E T E R M I N A
      per i motivi in premessa specificati:
      1) di affidare alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4, la pulizia dei tratti di arenile e di scogliera del territorio Comunale di Isola delle Femmine, per tre unità da impiegare per 59 giorni lavorativi di cui quarantanove feriali e dieci festivi con l'orario di quattro ore giornaliere per sette giorni alla settimana; sarà cura della società affidataria, redigere un calendario di turnazioni in modo da garantire ogni giorno la presenza di almeno due operatori.
      3) imputare la somma complessiva di € 14.861,64 (quattordicimilaottocentosessantuno/64) sul capitolo 228.1 "Spese gestione spiagge libere" del corrente bilancio in corso di formazione;
      4) dare atto che trattasi di attività indispensabile, urgente ed indifferibile stante che le zone demaniali (arenile e scogliere) non risultano incluse nell'affidamento del servizio di igiene ambientale di cui al contratto stipulato.
      Il Responsabile del V settore
      Arch. Sandro D'Arpa
      Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi dell' articolo n°49, comma 1° e dell'articolo n°151, comma 4°, del decreto legislativo 18 agosto 2000,
      n°267.
      IMP N…………….
      Il Responsabile del Servizio Finanziario
      Rag. Biagio Fontanetta
      • Atto numero 44  del 28-06-2011

      ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento urgente alla ditta Temporary Spa per la pulizia delle aree demaniali "spiagge libere e scogliere".
      Atto numero 44  del 28-06-2011
      Tipo di Atto: ORDINANZE
      Allegato: ord. n. 44.11 del 28-6-11.pdf (38 kb) File con estensione pdf  

      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      ORDINANZA SINDACALE N.44 DEL 28/06/2011
      Oggetto: AFFIDAMENTO URGENTE ALLA DITTA TEMPORARY SPA PER LA PULIZIA DELLE AREE DEMANIALI “SPIAGGE LIBERE E SCOGLIERE”.
      IL SINDACO
      Considerato:  che il servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle  Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per la stagione balneare 2011 non è stato assegnato per problemi riscontrati durante l’espletamento della procedura negoziata;
      Che la pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) rientra tra i servizi  accessori che l’A.T.O. Pa 1 può svolgere previa richiesta formale da parte del Comune associato;
      Che con nota prot. n°9155 del 01/06/2011 è stato richiesto il costo per il servizio di  pulizia dei tratti di arenile e di scogliera alla società A.T.O. Pa 1
      Che con nota acquisita al prot. n°10169 in data 15/06/2011della società A.T.O. Pa  1, in riscontro alla predetta richiesta, ha comunicato i costi orari per n°1 operatore ecologico feriale e domenicale;
      Che con successiva nota prot. 10697 del 23/06/2011 è stato richiesto, alla stessa  società, l’espletamento del servizio accessorio di pulizia delle aree demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) da svolgere con l’impiego di n. 3 unità all’uopo esclusivamente dedicate per 4 ore giornaliere comprese le festività e per un periodo complessivo di 59 giorni;
      Che la società A.T.O. Pa 1 ha comunicato di non potere svolgere il servizio  accessorio richiesto, con nota acquisita al protocollo in data 28/06/2011 al n°1105;
      Che la stagione balneare è ormai iniziata e sui tratti demaniali (spiagge libere e  scogliera) vengono abbandonati rifiuti (assimilabili a RR.SS.UU.) la cui permanenza rischia di ingenerare gravi disagi igienico sanitari oltre che un enorme danno di immagine per il Comune;
      • Che si ritiene opportuno, nelle more dell’attivazione del servizio attraverso un  affidamento a trattativa privata previa gara informale, di garantire comunque la pulizia delle aree demaniali di che trattasi intervenendo tempestivamente ad eseguire gli interventi di pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) al fine di evitare inconvenienti igienico sanitari, di immagine per il Comune e di renderne più confortevole la fruizione ai cittadini;
      Che si rende indifferibile e urgente provvedere all’immediato affidamento ad una  ditta di fiducia, specializzata nel settore, per eseguire gli interventi di che trattasi;
      Accertata la disponibilità della società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro)  CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), alla quale è stata richiesta con nota prot. 10914 del 28/06/2011, che ha risposto con nota prot. N. 231_0_2009_2151 del 28 giugno 2011 assunta al protocollo di questo Comune al n. 10969 del 28 giugno 2011, indicando il costo orario unitario pari ad € 17,90 al netto dell’IVA;
      Che nelle more di procedere all’affidamento del servizio di pulizia delle aree  demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) per l’intero periodo estivo, occorre prevedere l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) per garantire la pulizia ed il decoro delle aree demaniali in questione visto che la stagione estiva è, di fatto, già iniziata;
      Che il costo complessivo del servizio di pulizia delle aree demaniali di che trattasi  per un periodo di giorni 10 consecutivi prevedendo l’impiego di n. 3 unità per n. 4 ore giornaliere cadauna ammonta a € 2.148 al netto dell’IVA
      Visto l’articolo n°264 del T.U.LL.SS, n°1265;
      Visto l’articolo n°50 del Decreto Legislativo 267/00;
      Considerata l’urgenza di provvedere
      O R D I N A
      Porre in essere tutti gli adempimenti necessari, per far fronte a quanto sopra  descritto, intervenendo con ditta di fiducia ad eseguire gli interventi necessari al fine di pulire i tratti demaniali (arenile e scogliera) nel territorio comunale;
      Affidare i lavori di cui sopra, alla società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro)  CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), che gode della fiducia di questo Comune, la quale si è resa immediatamente disponibile, con l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) con inizio decorrente dal giorno successivo della comunicazione della presente Ordinanza;
      Affidare il servizio di che trattasi per un periodo di dieci giorni nelle more che si  possa individuare, in termini di legge, una ditta a cui affidare il servizio per l’intera stagione balneare;
      Dare atto che al pagamento di quanto dovuto, si provvederà dietro presentazione  di regolare fattura ed attestazione del regolare svolgimento del servizio, previo impegno della somma necessaria;
      Disporre che il responsabile del Servizio assuma il necessario impegno di spesa e  disponga i conseguenti atti di gestione.
      Il Sindaco
      Prof. Gaspare Portobello


      • Atto numero 104  del 28-06-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
      ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento urgente alla ditta Temporary Spa per la pulizia delle aree demaniali "spiagge libere e scogliere".
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      ORDINANZA SINDACALE
      N.44 DEL 28/06/2011
      Oggetto: AFFIDAMENTO URGENTE ALLA DITTA TEMPORARY SPA PER LA PULIZIA DELLE AREE DEMANIALI “SPIAGGE LIBERE E SCOGLIERE”.
      IL SINDACO
      Considerato:
      che il servizio di gestione, vigilanza e salvataggio spiagge libere di Isola delle Femmine (lotto L1, L2, L3 ed L4), per la stagione balneare 2011 non è stato assegnato per problemi riscontrati durante l’espletamento della procedura
      negoziata;
      Che la pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) rientra tra i servizi accessori che l’A.T.O. Pa 1 può svolgere previa richiesta formale da parte del Comune associato;
      Che con nota prot. n°9155 del 01/06/2011 è stato richiesto il costo per il servizio di pulizia dei tratti di arenile e di scogliera alla società A.T.O. Pa 1
      Che con nota acquisita al prot. n°10169 in data 15/06/2011della società A.T.O. Pa
      1, in riscontro alla predetta richiesta, ha comunicato i costi orari per n°1 operatore ecologico feriale e domenicale;
      Che con successiva nota prot. 10697 del 23/06/2011 è stato richiesto, alla stessa società, l’espletamento del servizio accessorio di pulizia delle aree demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) da svolgere con l’impiego di n. 3 unità all’uopo esclusivamente dedicate per 4 ore giornaliere comprese le festività e per un periodo complessivo di 59 giorni;
      Che la società A.T.O. Pa 1 ha comunicato di non potere svolgere il servizio accessorio richiesto, con nota acquisita al protocollo in data 28/06/2011 al n°1105;
      Che la stagione balneare è ormai iniziata e sui tratti demaniali (spiagge libere e scogliera) vengono abbandonati rifiuti (assimilabili a RR.SS.UU.) la cui permanenza rischia di ingenerare gravi disagi igienico sanitari oltre che un enorme danno di immagine per il Comune;
      Che si ritiene opportuno, nelle more dell’attivazione del servizio attraverso un affidamento a trattativa privata previa gara informale, di garantire comunque la pulizia delle aree demaniali di che trattasi intervenendo tempestivamente ad
      eseguire gli interventi di pulizia dei tratti demaniali (spiagge libere e scogliere) al fine di evitare inconvenienti igienico sanitari, di immagine per il Comune e di renderne più confortevole la fruizione ai cittadini;
      Che si rende indifferibile e urgente provvedere all’immediato affidamento ad una ditta di fiducia, specializzata nel settore, per eseguire gli interventi di che trattasi;
      Accertata la disponibilità della società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro) CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), alla quale è stata richiesta con nota prot. 10914 del 28/06/2011, che ha risposto con nota prot. N. 231_0_2009_2151 del 28 giugno 2011 assunta al protocollo di questo Comune al n. 10969 del 28 giugno 2011, indicando il costo orario unitario pari ad € 17,90 al netto dell’IVA;
      Che nelle more di procedere all’affidamento del servizio di pulizia delle aree demaniali di competenza di questo Comune (spiagge libere e scogliere) per l’intero periodo estivo, occorre prevedere l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) per garantire la pulizia ed il decoro delle aree demaniali in questione visto che la stagione estiva è, di fatto, già iniziata;
      Che il costo complessivo del servizio di pulizia delle aree demaniali di che trattasi per un periodo di giorni 10 consecutivi prevedendo l’impiego di n. 3 unità per n. 4 ore giornaliere cadauna ammonta a € 2.148 al netto dell’IVA
      Visto l’articolo n°264 del T.U.LL.SS, n°1265;
      Visto l’articolo n°50 del Decreto Legislativo 267/00;
      Considerata l’urgenza di provvedere
      O R D I N A
      Porre in essere tutti gli adempimenti necessari, per far fronte a quanto sopra descritto, intervenendo con ditta di fiducia ad eseguire gli interventi necessari al fine di pulire i tratti demaniali (arenile e scogliera) nel territorio comunale;
      Affidare i lavori di cui sopra, alla società Temporary s.p.a. (agenzia per il lavoro) CF/P.IVA 12288660157 REA Milano n. 1545182 Reg. Imp. Con sede in Milano 1997- 322447 (con succursale a Palermo in via Wagner n. 8), che gode della fiducia di questo Comune, la quale si è resa immediatamente disponibile, con l’impiego immediato di tre unità per n. 4 ore giornaliere e per la durata di dieci giorni consecutivi (festivi compresi) con inizio decorrente dal giorno successivo della comunicazione della presente Ordinanza;
      Affidare il servizio di che trattasi per un periodo di dieci giorni nelle more che si possa individuare, in termini di legge, una ditta a cui affidare il servizio per l’intera stagione balneare;
      Dare atto che al pagamento di quanto dovuto, si provvederà dietro presentazione di regolare fattura ed attestazione del regolare svolgimento del servizio, previo impegno della somma necessaria;
      Disporre che il responsabile del Servizio assuma il necessario impegno di spesa e disponga i conseguenti atti di gestione.
      Il Sindaco
      Prof. Gaspare Portobello




       
      

       
      CORRISPETTIVI RIFIUTI 2010
        
      • ATTO numero 67  del 20-05-2011
       ATTO numero 67  del 20-05-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
      Allegato: DET_ 5 SETTORE N_67.pdf (41 kb) File con estensione pdf
      Impegno di spesa e liquidazione fatture 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 per conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di c.da Materano Siculiana (Ag). CIG 24506357F8
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
      N. 67 DEL 20/05/2011
      Oggetto: impegno di spesa e liquidazione fatture 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 per conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di c.da Materano Siculiana (Ag). CIG 24506357F8
      IL RESPONSABILE DI SETTORE
      Visto l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n°142, recepita con modifiche dall'art.1 della L.R. 11.12.1991, n°48;
      Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993 n°29 e successive modificazioni ed integrazioni;
      Visto l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n°77;
      Visto l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n°23;
      Vista la deliberazione n° 30 del 7 febbraio 2005 con la quale la Giunta Comunale ha modificato la struttura organizzativa del Comune, spostando il Servizio di Igiene Ambientale al 3° servizio;
      Rilevato che per il V settore la posizione organizzativa è stata conferita all'arch. Sandro D'Arpa;
      Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
      Premesso che in data 14 gennaio 2005 questo Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
      Vista la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla predetta società d'ambito;
      Visto l'articolo n°6 del suddetto contratto che riserva la possibilità al Comune di richiedere alla società d'ambito nuovi servizi e servizi occasionali non indicati nel vigente Piano Industriale riguardante l'igiene ambientale, concordando di volta in volta con la società in questione gli aspetti tecnici ed economici dei servizi richiesti;
      Vista l'Ordinanza del Sindaco n. 69 del 18 ottobre 2010 con la quale affida alla ditta Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 l'espletamento straordinario del servizio di raccolta dei RR.SS.UU., ed alla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. c.da Materano Siculiana (Ag);
      Vista la determina del responsabile del settore III n. 36 del 18 ottobre 2010;
      Viste le fatture n. 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 trasmesse dalla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano Siculiana (Ag), P.IVA 0177056 084 3 dell'importo complessivo di 63.159,59 per il conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di Siculiana, relativo al periodo di ottobre-dicembre 2010;
      Vista la determina del responsabile del III settore n. 42/2010 sono state impegnati € 5.930,20 imputandola nel bilancio 2010 giusto impegno n. 1324/2010;
      Che per far fronte alla liquidazione delle fatture sopra menzionate è necessario impegnare l'ulteriore somma di € 57.229,39, imputandola al capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio 2011 in corso di formazione, che presenta il necessario stanziamento;
      Vista la nota prot. 7958 del 16/05/2011 con la quale è stato comunicato alla società ATO Pa 1 il pagamento delle fatture relative ai periodi di emergenza rifiuti dal mese di marzo 2010 al mese di febbraio 2011;
      Visto il corrente bilancio in corso di formazione;
      D E T E R M I N A
      per i motivi in premessa specificati:
      1. Imputare l'ulteriore somma di € 57.229,39 sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio 2011 in corso di formazione in favore della ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano Siculiana (Ag) alla quale è stato affidato il servizio di conferimento durante il periodo dell'emergenza rifiuti.
      2. Liquidare le fatture n. 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 trasmesse dalla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano Siculiana (Ag), P.IVA 0177056 084 3 dell'importo complessivo di 63.159,59 per il conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di Siculiana, relativo al periodo di ottobre-dicembre 2010;
      3. Imputare detto importo al capitolo del corrente Bilancio in atto previsto per il pagamento del servizio alla Servizi Comunali Integrati S.p.A., stante che alla stessa non verranno corrisposti i compensi riferiti ai giorni di mancato servizio.
      Imp. 1324/2010; _________
      Il Responsabile del III Settore
      Arch. Sandro D'Arpa
      Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi degli artt. 49,
      comma 1, e 151, comma 4, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
      Il Responsabile del Servizio Finanziario
      Rag. Biagio Fontanetta
      • ATTO numero 67  del 20-05-2011
       ATTO numero 67  del 20-05-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
      Allegato: DET_ 5 SETTORE N_67.pdf (41 kb) File con estensione pdf
      Impegno di spesa e liquidazione fatture 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 per conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di c.da Materano Siculiana (Ag). CIG 24506357F8
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 5° - TECNICO-MANUTENTIVO
      N. 67 DEL 20/05/2011
      Oggetto: impegno di spesa e liquidazione fatture 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 per conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di c.da Materano Siculiana (Ag). CIG 24506357F8
      IL RESPONSABILE DI SETTORE
      Visto l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n°142, recepita con modifiche dall'art.1 della L.R. 11.12.1991, n°48;
      Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993 n°29 e successive modificazioni ed integrazioni;
      Visto l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n°77;
      Visto l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n°23;
      Vista la deliberazione n° 30 del 7 febbraio 2005 con la quale la Giunta Comunale ha modificato la struttura organizzativa del Comune, spostando il Servizio di Igiene Ambientale al 3° servizio;
      Rilevato che per il V settore la posizione organizzativa è stata conferita all'arch. Sandro D'Arpa;
      Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
      Premesso che in data 14 gennaio 2005 questo Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
      Vista la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla predetta società d'ambito;
      Visto l'articolo n°6 del suddetto contratto che riserva la possibilità al Comune di richiedere alla società d'ambito nuovi servizi e servizi occasionali non indicati nel vigente Piano Industriale riguardante l'igiene ambientale, concordando di volta in volta con la società in questione gli aspetti tecnici ed economici dei servizi richiesti;
      Vista l'Ordinanza del Sindaco n. 69 del 18 ottobre 2010 con la quale affida alla ditta Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 l'espletamento straordinario del servizio di raccolta dei RR.SS.UU., ed alla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. c.da Materano Siculiana (Ag);
      Vista la determina del responsabile del settore III n. 36 del 18 ottobre 2010;
      Viste le fatture n. 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 trasmesse dalla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano Siculiana (Ag), P.IVA 0177056 084 3 dell'importo complessivo di 63.159,59 per il conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di Siculiana, relativo al periodo di ottobre-dicembre 2010;
      Vista la determina del responsabile del III settore n. 42/2010 sono state impegnati € 5.930,20 imputandola nel bilancio 2010 giusto impegno n. 1324/2010;
      Che per far fronte alla liquidazione delle fatture sopra menzionate è necessario impegnare l'ulteriore somma di € 57.229,39, imputandola al capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio 2011 in corso di formazione, che presenta il necessario stanziamento;
      Vista la nota prot. 7958 del 16/05/2011 con la quale è stato comunicato alla società ATO Pa 1 il pagamento delle fatture relative ai periodi di emergenza rifiuti dal mese di marzo 2010 al mese di febbraio 2011;
      Visto il corrente bilancio in corso di formazione;
      D E T E R M I N A
      per i motivi in premessa specificati:
      1. Imputare l'ulteriore somma di € 57.229,39 sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio 2011 in corso di formazione in favore della ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano
      Siculiana (Ag) alla quale è stato affidato il servizio di conferimento durante il periodo dell'emergenza rifiuti.
      2. Liquidare le fatture n. 1290 e 1291 del 02/11/2010, 1433 del 01/12/2010, 1434 del 01/12/2010, 1629 e 1630 del 31/12/2010 trasmesse dalla ditta Catanzaro Costruzioni s.r.l. con sede in Favara (Ag) via Miniera Ciavolotta lotti 92/94 - 92026 che gestisce la discarica sita in Materano Siculiana (Ag), P.IVA 0177056 084 3 dell'importo
      complessivo di 63.159,59 per il conferimento dei RR.SS.UU. presso la discarica di Siculiana, relativo al periodo di ottobre-dicembre 2010;
      3. Imputare detto importo al capitolo del corrente Bilancio in atto previsto per il pagamento del servizio alla Servizi Comunali Integrati S.p.A., stante che alla stessa non verranno corrisposti i compensi riferiti ai giorni di mancato servizio.
      Imp. 1324/2010; _________
      Il Responsabile del III Settore
      Arch. Sandro D'Arpa
      Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 151, comma 4, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
      Il Responsabile del Servizio Finanziario
      Rag. Biagio Fontanetta
        
      • ATTO numero 57  del 04-05-2011
      ATTO numero 57  del 04-05-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
      Allegato: det 57.11 manutenzione.pdf (181 kb) File con estensione pdf
      Revoca determina n.13.11 e uletriore impegno di spesa e liquidazione fattura n.137/C del 1.12.10 della ditta "Trade Eco Service srl" per raccolta e trasporto rr.ss.uu presso discarica autorizzata.


      • ATTO numero 57  del 04-05-2011
      ATTO numero 57  del 04-05-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE TECNICO MANUTENTIVO
      Allegato: det 57.11 manutenzione.pdf (181 kb) File con estensione pdf
      Revoca determina n.13.11 e uletriore impegno di spesa e liquidazione fattura n.137/C del 1.12.10 della ditta "Trade Eco Service srl" per raccolta e trasporto rr.ss.uu presso discarica autorizzata.
       
      • ATTO numero 22  del 05-04-2011
      ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento servizio di raccolta e conferimento RR.SS.UU in via sostitutiva.
      ATTO numero 22  del 05-04-2011
      Tipo di Atto: ORDINANZE
      • ATTO numero 16  del 05-04-2011
      Affidamento del "servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 mc, da effettuare presso discariche autorizzate"
      ATTO numero 16  del 05-04-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
      Allegato: DET. 16.11 UTC.pdf (37 kb) File con estensione pdf
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 3° - TECNICO-URBANISTICO
      N. 16 DEL 05/04/2011
      Oggetto: affidamento del “Servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 MC, da effettuare presso discariche autorizzate”
      IL CAPO SETTORE
      Visto l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n°142, recepita con modifiche dall'art.1 della L.R. 11.12.1991, n°48;
      Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993 n°29 e successive modificazioni ed integrazioni;
      Visto l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n°77;
      Visto l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n°23;
      Vista la deliberazione n°30 del 7 febbraio 2005 con la quale la Giunta Comunale ha modificato la struttura organizzativa del Comune, spostando il Servizio di Igiene Ambientale al 3° servizio;
      Rilevato che per il III e V settore la posizione organizzativa è stata conferita all'arch. Sandro D'Arpa;
      Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
      Premesso che in data 14 gennaio 2005 questo Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
      Vista la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla predetta società d'ambito;
      Visto l'articolo n°6 del suddetto contratto che riserva la possibilità al Comune di richiedere alla società d'ambito nuovi servizi e servizi occasionali non indicati nel vigente Piano Industriale riguardante l'igiene ambientale, concordando di volta in volta con la società in questione gli aspetti tecnici ed economici dei servizi richiesti;
      Visto il verbale di cottimo fiduciario del 10 gennaio 2011 con il quale è stata individuata la ditta aggiudicatrice dell'appalto "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
      Considerato che per la raccolta ed il trasporto dei RR.SS.UU. a chiamata è necessario impegnare una somma stimata in € 25.000,00 (venticinquemila) inclusa IVA salvo conguagli finali;
      Ritenuto, pertanto, di potere imputare il costo da sostenere per la raccolta, in via sostitutiva, dei RR.SS.UU., il trasporto ed il conferimento degli stessi presso una discarica autorizzata sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio in corso di formazione che nell'anno 2010 presentava il necessario stanziamento;
      Visto il corrente bilancio in corso di formazione;
      D E T E R M I N A
      per i motivi in premessa specificati:
      1. Affidare il "Servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 MC, da effettuare presso discariche autorizzate" alla ditta "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
      2. Imputare la somma presunta di € 25.000,00 sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio in corso di formazione in favore della ditta "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
      3. Dare atto che trattasi di attività indispensabile stante la grave situazione di emergenza in cui versa tutto il territorio di Isola delle Femmine.
      4. Imputare detto importo al capitolo del corrente Bilancio in atto previsto per il pagamento del servizio alla Servizi Comunali Integrati S.p.A., stante che alla stessa non verranno corrisposti i compensi riferiti ai giorni di mancato servizio. Parimenti verranno addebitati alla società Servizi comunali Integrati eventuali maggiori costi che dovessero derivare dal presente affidamento
      Imp. ________/2011
      Il Responsabile del III Settore
      Arch. Sandro D'Arpa
      Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 151, comma 4, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
      Il Responsabile del Servizio Finanziario
      Rag. Biagio Fontanetta
      • ATTO numero 16  del 05-04-2011
      Affidamento del "servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 mc, da effettuare presso discariche autorizzate"
      ATTO numero 16  del 05-04-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
      Allegato: DET. 16.11 UTC.pdf (37 kb) File con estensione pdf
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 3° - TECNICO-URBANISTICO
      N. 16 DEL 05/04/2011
      Oggetto: affidamento del “Servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 MC, da effettuare presso discariche autorizzate”
      IL CAPO SETTORE
      Visto l'art. 51 della legge 8 giugno 1990, n°142, recepita con modifiche dall'art.1 della L.R. 11.12.1991, n°48;
      Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993 n°29 e successive modificazioni ed integrazioni;
      Visto l'art. 6 della legge 15 maggio 1997, n°77;
      Visto l'art. 2 della legge regionale 7 settembre 1998, n°23;
      Vista la deliberazione n°30 del 7 febbraio 2005 con la quale la Giunta Comunale ha modificato la struttura organizzativa del Comune, spostando il Servizio di Igiene Ambientale al 3° servizio;
      Rilevato che per il III e V settore la posizione organizzativa è stata conferita all'arch. Sandro D'Arpa;
      Visto il vigente O.A.EE.LL. in Sicilia;
      Premesso che in data 14 gennaio 2005 questo Comune ha sottoscritto il contratto di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. con sede in Partinico, Via E. Mattei, n°4;
      Vista la deliberazione della Giunta Comunale n°100 del 30 maggio 2005 con la quale si avvia il conferimento della gestione integrata dei rifiuti alla predetta società d'ambito;
      Visto l'articolo n°6 del suddetto contratto che riserva la possibilità al Comune di richiedere alla società d'ambito nuovi servizi e servizi occasionali non indicati nel vigente Piano Industriale riguardante l'igiene ambientale, concordando di volta in volta con la società in questione gli aspetti tecnici ed economici dei servizi richiesti;
      Visto il verbale di cottimo fiduciario del 10 gennaio 2011 con il quale è stata individuata la ditta aggiudicatrice dell'appalto "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
      Considerato che per la raccolta ed il trasporto dei RR.SS.UU. a chiamata è necessario impegnare una somma stimata in € 25.000,00 (venticinquemila) inclusa IVA salvo conguagli finali;
      Ritenuto, pertanto, di potere imputare il costo da sostenere per la raccolta, in via sostitutiva, dei RR.SS.UU., il trasporto ed il conferimento degli stessi presso una discarica autorizzata sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio in corso di formazione che nell'anno 2010 presentava il necessario stanziamento;
      Visto il corrente bilancio in corso di formazione;
      D E T E R M I N A
      per i motivi in premessa specificati:
      1. Affidare il "Servizio a chiamata per raccolta e trasporto di rr.ss.uu. con annesso conducente e due addetti al caricamento di autocompattatori di portata utile non inferiore 22 MC, da effettuare presso discariche autorizzate" alla ditta "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
      2. Imputare la somma presunta di € 25.000,00 sul capitolo 1261 "spese per il trasporto, conferimento e smaltimento dei RR.SS.UU." del corrente bilancio in corso di formazione in favore della ditta "Trade Eco Service con sede in Bolognetta ss. 121 Km 240+500 p.iva 05292400826";
      3. Dare atto che trattasi di attività indispensabile stante la grave situazione di emergenza in cui versa tutto il territorio di Isola delle Femmine.
      4. Imputare detto importo al capitolo del corrente Bilancio in atto previsto per il pagamento del servizio alla Servizi Comunali Integrati S.p.A., stante che alla stessa non verranno corrisposti i compensi riferiti ai giorni di mancato servizio. Parimenti verranno addebitati alla società Servizi comunali Integrati eventuali maggiori costi
      che dovessero derivare dal presente affidamento
      Imp. ________/2011
      Il Responsabile del III Settore
      Arch. Sandro D'Arpa
      Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 151, comma 4, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.
      Il Responsabile del Servizio Finanziario
      Rag. Biagio Fontanetta

      • ATTO numero 22  del 05-04-2011
      ORDINANZA DEL SINDACO - Affidamento servizio di raccolta e conferimento RR.SS.UU in via sostitutiva.
      ATTO numero 22  del 05-04-2011
      Tipo di Atto: ORDINANZE
       
      • Atto numero 15  del 24-03-2011
      EURO 70.000,00
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di gennaio 2011.
      Atto numero 15  del 24-03-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
      Allegato: 3 sett. n.15.pdf (139 kb) File con estensione pdf

      • Atto numero 6  del 16-02-2011
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati S.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di dicembre 2010.
      EURI 60.000,00
      Atto numero 6  del 16-02-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
      Allegato: DET. 06.11 UTC.pdf (88 kb) File con estensione pdf  
      • Atto numero 3 del 19.1.2011
        EURI 70.000,00
      Liquidazione del corrispettivo dovuto alla Servizi Comunali Integrati R.S.U. s.p.a. per la gestione integrata dei rifiuti nel mese di dicembre 2010.
      Atto numero 3  del 19-01-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA UFFICIO TECNICO
      Allegato: DET. 03.11 UTC.pdf (111 kb) File con estensione pdf

      • Conferma tariffa TARSU anno 2011.
      Atto 89 del 29.8.2011
      Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
      Allegato: DELIBERA DI G.M. N.89.pdf (55 kb) File con estensione pdf
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
      N. 89 DEL 29/08/2011
      IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE
      Oggetto: Conferma tariffa TARSU anno 2011.
      L’anno 2011 e questo giorno 29 del mese di agosto, alle ore 11.30 nella sala delle adunanze della Sede Comunale si è riunita la Giunta Comunale convocata nelle forme di legge.
      Presiede l’adunanza PORTOBELLO Prof. GASPARE, nella sua qualità di SINDACO e sono
      rispettivamente presenti ed assenti i Sigg.:
      Presenti:
      RISO Prof. NAPOLEONE Assessore Anziano
      CUTINO Dott. MARCELLO Assessore
      PORTOBELLO Prof. GASPARE Sindaco
      Assenti:
      PALAZZOTTO Sig. SALVATORE Vice Sindaco
      AIELLO Sig. PAOLO Assessore Anziano
      Totale Presenti: 3 Totale Assenti: 2
      con l’assistenza del Segretario Comunale, SCAFIDI Dott. MANLIO
      Il Presidente, constatato che gli interventi sono in numero legale, dichiara aperta la riunione ed invita i convocati a deliberare sull’oggetto sopraindicato.

      Firmati all’originale:
      IL PRESIDENTE
      F.to PORTOBELLO Prof. GASPARE
      L’ASSESSORE ANZIANO IL SEGRETARIO
      F.to RISO Prof. NAPOLEONE F.to SCAFIDI Dott. MANLIO
      Copia conforme all’originale, in carta libera, per uso amministrativo. Dal Municipio, lì 15/09/2011
      Visto: Il Sindaco Il Segretario Comunale

      Il sottoscritto Segretario Comunale, visti gli atti d’Ufficio,
      CERTIFICA
      Su conforme certificazione del Messo Comunale, che copia della presente deliberazione è in corso di pubblicazione all’albo pretorio per 15 giorni consecutivi a decorrere  dal  20/09/2011  come prescritto dall’art. 11, L.R. n. 44/91
      IL MESSO COMUNALE
      F.to D’ANGELO Dott. GIUSEPPE
      E’ stata trasmessa ai Capigruppo Consiliari con nota n. ___ del ___ come prescritto  dall’art. 15 comma 4° della L.R. n. 44/91, nel testo sostituito dall’art. 4 L.R. n. 23/97, trattandosi di materia di cui al comma3 della citata norma.
      E’ stata trasmessa al Co.Re.Co. con nota n. ___ del ___ per controllo di legittimità;  su iniziativa della Giunta Comunale (art. 15, comma 2° - 2° periodo – della L.R. 44/91, nel  testo sostituito dall’art. 4 della L.R. n. 23/97); su richiesta di un quarto dei consiglieri (art. 15, comma 3° della L.R. 44/91, nel testo  sostituito dall’art. 4 della L.R. n. 23/97)
      Lì ____________ F.to Il Segretario Comunale

      CHE LA PRESENTE DELIBERAZIONE E’ DIVENUTA ESECUTIVA
      29/08/2011  decorsi 10 giorni dalla data di inizio della pubblicazione non essendo pervenute richieste  di invio al controllo (art. 12, comma 1°, L.R. n. 44/91); perché dichiarata immediatamente esecutiva, ex art. 12, comma 2°, L.R. n.44/91;  decorsi 20 giorni dalla ricezione dell’atto al Co.Re.Co. il quale ne ha accusato ricevuta  in data ________ (art. 18, comma 6°) o dei chiarimenti degli atti e delle notizie richieste, (art. 19 comma 2°) senza che ne sia stato comunicato il provvedimento di annullamento;
      avendo il Co.Re.Co. comunicato di non avere riscontrato vizi di legittimità (art. 18,  comma 9°, L.R. 44/91) con decisione n. _____ nella seduta del _____
      Lì ____________ F.to Il Segretario Comunale



      Il Funzionario Responsabile del Settore Tributi sottopone alla Giunta Comunale per l'approvazione la seguente proposta di deliberazione: Conferma tariffa TARSU anno 2011.
      LA GIUNTA MUNICIPALE
      Visto  l'articolo1, comma 169, della legge 27 dicembre 2006, n.296 (finanziaria 2007)  che dispone:  gli Enti locali deliberano le tariffe e le aliquote relative ai tributi di loro  competenza entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione. Dette deliberazioni, anche se approvate successivamente all'inizio dell'esercizio purchè entro il termine innanzi indicato, hanno effetto dal 1° gennaio dell'anno di riferimento;
      Visto  l'articolo 172, lettera e) del decreto legislativo 18 agosto 2000, n.267, che  dispone:  al bilancio di previsione sono allegati i seguenti documenti: […] le deliberazioni con  le quali sono determinati, per l'esercizio successivo, le tariffe, le aliquote d'imposta e le eventuali maggiori detrazioni, le variazioni dei limiti di reddito per i tributi locali e per i servizi locali, nonché, per i servizi a domanda individuale, i tassi di copertura in percentuale del costo di gestione dei servizi;
      Richiamata  la propria deliberazione n.29 del 16/03/2010, con la quale vennero  rideterminate le tariffe T.A.R.S.U. per l'esercizio 2010;
      Visti  gli art.42, comma 2,lettera f), come recepito dall'art.141,comma 2 lettera g)  dell'ordinamento amministrativo degli Enti Locali e 151 del D.Lgs. 18/8/200 n.267;
      Ritenuto , nell'obiettivo di non gravare eccessivamente sulla collettività, di confermare  le tariffe in corso;
      Ritenuto  opportuno, al fine di mantenere gli equilibri di bilancio, sulla base delle  valutazioni effettuate in sede di predisposizione del bilancio di previsione 2011, di confermare la tariffa TARSU attualmente vigente;
      DELIBERA
      Di confermare
      per l'anno 2011 le tariffe TARSU già approvate con propria delibera  n.29 del 16/03/2010.
      Si attesta la regolarità tecnica della superiore proposta, ai sensi dell'art. 151 comma 4°, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267.
      Il Responsabile del Servizio Tributi
      F.to  Antonino Tricoli

      LA GIUNTA COMUNALE
      Vista la superiore proposta di deliberazione, corredata dal prescritto parere, con votazione unanime espressa in forma palese, accertata dal Sindaco presidente;

      DELIBERA
      Di approvare la superiore proposta di deliberazione.
      Con successiva ed unanime votazione la presente, ai sensi dell'art.14 del D.Lgs. 267/2000, viene dichiarata  immediatamente esecutiva
      • Approvazione ruolo suppletivo T.A.R.S.U. anni 2006 - 2010.
      Atto numero 8  del 04-08-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE TRIBUTI E ACQUEDOTTO
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 8° - ATT.PROD. - TRIBUTI - ACQUEDOTTO
      N. 8 DEL 04/08/2011
      Oggetto: Approvazione ruolo suppletivo T.A.R.S.U. anni 2006 - 2010.
      IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
      TRIBUTI
      VISTO il D. Lgs. N° 267 del 18/08/2000, recante Testo Unico delle Leggi sull'ordinamento degli Enti Locali ed, in particolare,gli artt. 107 e 109, relativi le funzioni da attribuire ai responsabili di servizio;
      VISTO il Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2011, in corso di formazione;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 30 del 08/03/2011 relativa al passaggio alla riscossione TARSU ed ICI in forma diretta;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 31 del 08/03/2011 relativa all'approvazione della convenzione con Poste Italiane S.p.A. per l'incasso delle somme relative alle entrate TARSU ed ICI;
      VISTO il regolamento comunale sull'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.85 del 30/11/1996 ;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 56 del 29/03/2005 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU - ANNO 2005,
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 29 del 16/03/2010 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU- ANNO 2010,
      CONSIDERATO che sono state espletate le formalità prescritte dalle norme di legge per quanto attiene l'accertamento e la definizione delle partite iscritte a ruolo;
      RILEVATO che è necessario procedere, a seguito degli accertamenti espletati da questo Ufficio, all'emissione di un ruolo TARSU per gli anni dal 2006 al 2010;
      ACCERTATO che:
      1. L'Addizionale E.C.A, è pari al 5 per cento dal D. Lgs. 100 del 18 febbraio 1946.
      2. Una maggiorazione di pari importo (5 per cento) fu introdotta dalla legge 346 del 10 dicembre 1961.
      3. Il potere dei comuni di prelevare dette maggiorazioni con la tassa sui rifiuti è stato, da ultimo, ribadito dall'articolo 33, comma 39, della legge 549 del 28/12/95;
      4. L'addizionale e la maggiorazione "Ex ECA"spettano ai Comuni e sono applicabili, stando alla lettera del R.D.L.2145/37 solo se la tassa viene riscossa con ruolo;
      RILEVATO che il contributo ambientale provinciale è pari al 5%;
      RITENUTO opportuno procedere, per il 2011, alla riscossione diretta del ruolo T.A.R.S.U. tramite c.c.p. n°8442358 -
      DETERMINA
      DI APPROVARE il ruolo suppletivo della TARSU relativo agli anni dal 2006 al 2010 nei seguenti importi:
      TARSU € 28.676.,32
      Addizionale ECA 5% € 1.433,82
      Maggiorazione ECA 5% € 1.433,82
      Addizionale prov.le5% € 1.433,82
      TOTALE € 32.977,78
      DI DISPORRE la riscossione del ruolo in nr. 4 rate mensili di pari importo aventi le seguenti scadenze:
      30 settembre 2011 rata unica oppure
      1^ rata - 30 settembre 2011; 2^ rata - 30 novembre 2011; 3^ rata - 30 gennaio 2012
      4^ rata - 30 marzo 2012
      DI DISPORRE la riscossione della tassa tramite c.c.p. n° 8442358.
      DI PROVVEDERE alla pubblicazione del ruolo.
      Il Responsabile del Servizio
      Antonino Tricoli
      ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
      Visto per la regolar i tà contabi le ai sensi del l 'ar t .151, comma 4, del Decreto Legislat ivo 18.8.2000, n.267.
      Il Responsabile del Servizio Finanziario
      Nunzia Pirrone
      Approvazione ruolo T.A.R.S.U. 2011
      Atto numero 9  del 04-08-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE TRIBUTI E ACQUEDOTTO
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 8° - ATT.PROD. - TRIBUTI - ACQUEDOTTO
      N. 9 DEL 04/08/2011Oggetto: Approvazione ruolo T.A.R.S.U. 2011
      IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TRIBUTI
      VISTO il D. Lgs. N° 267 del 18/08/2000, recante Testo Unico delle Leggi sull'ordinamento degli Enti Locali ed, in particolare,gli artt. 107 e 109, relativi le funzioni da attribuire ai responsabili di servizio;
      VISTO il Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2011, in corso di formazione;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 30 del 08/03/2011 relativa al passaggio alla riscossione TARSU ed ICI in forma diretta;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 31 del 08/03/2011 relativa all'approvazione della convenzione con Poste Italiane S.p.A. per l'incasso delle somme relative alle entrate TARSU ed ICI;
      VISTO il regolamento comunale sull'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.85 del 30/11/1996 ;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 29 del 16/03/2010 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU,
      CONSIDERATO che sono state espletate le formalità prescritte dalle norme di legge per quanto attiene l'accertamento e la definizione delle partite iscritte a ruolo;
      RILEVATO che è necessario procedere, comunque, all'emissione del ruolo TARSU per l'anno 2011, rimandando l'inserimento in un ruolo suppletivo delle utenze ancora in via di accertamento.
      ACCERTATO che:
      1. L'Addizionale E.C.A, è pari al 5 per cento dal D. Lgs. 100 del 18 febbraio 1946.
      2. Una maggiorazione di pari importo (5 per cento) fu introdotta dalla legge 346 del 10 dicembre 1961.
      3. Il potere dei comuni di prelevare dette maggiorazioni con la tassa sui rifiuti è stato, da ultimo, ribadito dall'articolo 33, comma 39, della legge 549 del 28/12/95;
      4. L'addizionale e la maggiorazione "Ex ECA"spettano ai Comuni e sono applicabili, stando alla lettera del R.D.L.2145/37 solo se la tassa viene riscossa con ruolo;
      RILEVATO che il contributo ambientale provinciale è pari al 5%;
      RITENUTO opportuno procedere, per il 2011, alla riscossione diretta del ruolo T.A.R.S.U.
      tramite c.c.p. n°8442358 -
      DETERMINA
      DI APPROVARE il ruolo principale della TARSU per l'anno 2011 nei seguenti importi:
      TARSU € 1.191.329,24
      Addizionale ECA 5% € 59.566,46
      Maggiorazione ECA 5% € 59.566,46
      Addizionale prov.le5% € 59.566,46
      TOTALE € 1.370.028,62
      DI DISPORRE la riscossione del ruolo in nr. 4 rate mensili di pari importo aventi le seguenti
      scadenze:
      30 settembre 2011 rata unica oppure
      1^ rata - 30 settembre 2011; 2^ rata - 30 novembre 2011; 3^ rata - 30 gennaio 2012
      4^ rata - 30 marzo 2012
      DI DISPORRE la riscossione della tassa tramite c.c.p. n° 8442358.
      DI PROVVEDERE alla pubblicazione del ruolo.
      Il Responsabile del Servizio
      Antonino Tricoli
      ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
      Visto per la regolar i tà contabi le ai sensi del l 'ar t .151, comma 4, del Decreto
      Legislat ivo 18.8.2000, n.267.
      Il Responsabile del Servizio Finanziario
      Nunzia Pirrone


      Approvazione ruolo suppletivo T.A.R.S.U. anni 2006 - 2010.
      • ATTO numero 9  del 04-08-2011
      ATTO numero 9  del 04-08-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE TRIBUTI E ACQUEDOTTO
       Approvazione ruolo T.A.R.S.U. 2011
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 8° - ATT.PROD. - TRIBUTI - ACQUEDOTTO
      N. 9 DEL 04/08/2011
      Oggetto: Approvazione ruolo T.A.R.S.U. 2011
      IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TRIBUTI
      VISTO il D. Lgs. N° 267 del 18/08/2000, recante Testo Unico delle Leggi sull'ordinamento degli Enti Locali ed, in particolare,gli artt. 107 e 109, relativi le funzioni da attribuire ai responsabili di servizio;
      VISTO il Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2011, in corso di formazione;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 30 del 08/03/2011 relativa al passaggio alla riscossione TARSU ed ICI in forma diretta;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 31 del 08/03/2011 relativa all'approvazione della convenzione con Poste Italiane S.p.A. per l'incasso delle somme relative alle entrate TARSU ed ICI;
      VISTO il regolamento comunale sull'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.85 del 30/11/1996 ;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 29 del 16/03/2010 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU,
      CONSIDERATO che sono state espletate le formalità prescritte dalle norme di legge per quanto attiene l'accertamento e la definizione delle partite iscritte a ruolo;
      RILEVATO che è necessario procedere, comunque, all'emissione del ruolo TARSU per l'anno 2011, rimandando l'inserimento in un ruolo suppletivo delle utenze ancora in via di accertamento.
      ACCERTATO che:
      1. L'Addizionale E.C.A, è pari al 5 per cento dal D. Lgs. 100 del 18 febbraio 1946.
      2. Una maggiorazione di pari importo (5 per cento) fu introdotta dalla legge 346 del 10 dicembre 1961.
      3. Il potere dei comuni di prelevare dette maggiorazioni con la tassa sui rifiuti è stato, da ultimo, ribadito dall'articolo 33, comma 39, della legge 549 del 28/12/95;
      4. L'addizionale e la maggiorazione "Ex ECA"spettano ai Comuni e sono applicabili, stando alla lettera del R.D.L.2145/37 solo se la tassa viene riscossa con ruolo;
      RILEVATO che il contributo ambientale provinciale è pari al 5%;
      RITENUTO opportuno procedere, per il 2011, alla riscossione diretta del ruolo T.A.R.S.U. tramite c.c.p. n°8442358 -
      DETERMINA
      DI APPROVARE il ruolo principale della TARSU per l'anno 2011 nei seguenti importi:
      TARSU € 1.191.329,24
      Addizionale ECA 5% € 59.566,46
      Maggiorazione ECA 5% € 59.566,46
      Addizionale prov.le5% € 59.566,46
      TOTALE € 1.370.028,62
      DI DISPORRE la riscossione del ruolo in nr. 4 rate mensili di pari importo aventi le seguenti scadenze:
      30 settembre 2011 rata unica oppure
      1^ rata - 30 settembre 2011; 2^ rata - 30 novembre 2011; 3^ rata - 30 gennaio 2012
      4^ rata - 30 marzo 2012
      DI DISPORRE la riscossione della tassa tramite c.c.p. n° 8442358.
      DI PROVVEDERE alla pubblicazione del ruolo.
      Il Responsabile del Servizio
      Antonino Tricoli
      ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
      Visto per la regolar i tà contabi le ai sensi del l 'ar t .151, comma 4, del Decreto Legislat ivo 18.8.2000, n.267.
      Il Responsabile del Servizio Finanziario
      Nunzia Pirrone
      • Atto numero 8  del 04-08-2011
      Tipo di Atto: DETERMINA SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE TRIBUTI E ACQUEDOTTO
      COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE
      Provincia di Palermo
      DETERMINAZIONE DEL CAPO DEL SETTORE 8° - ATT.PROD. - TRIBUTI - ACQUEDOTTO
      N. 8 DEL 04/08/2011
      Oggetto: Approvazione ruolo suppletivo T.A.R.S.U. anni 2006 - 2010.
      IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
      TRIBUTI
      VISTO il D. Lgs. N° 267 del 18/08/2000, recante Testo Unico delle Leggi sull'ordinamento degli Enti Locali ed, in particolare,gli artt. 107 e 109, relativi le funzioni da attribuire ai responsabili di servizio;
      VISTO il Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2011, in corso di formazione;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 30 del 08/03/2011 relativa al passaggio alla riscossione TARSU ed ICI in forma diretta;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 31 del 08/03/2011 relativa all'approvazione della convenzione con Poste Italiane S.p.A. per l'incasso delle somme relative alle entrate TARSU ed ICI;
      VISTO il regolamento comunale sull'applicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.85 del 30/11/1996 ;
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 56 del 29/03/2005 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU - ANNO 2005,
      VISTA la deliberazione della Giunta Municipale n. 29 del 16/03/2010 relativa l'approvazione delle tariffe TARSU- ANNO 2010,
      CONSIDERATO che sono state espletate le formalità prescritte dalle norme di legge per quanto attiene l'accertamento e la definizione delle partite iscritte a ruolo;
      RILEVATO che è necessario procedere, a seguito degli accertamenti espletati da questo Ufficio, all'emissione di un ruolo TARSU per gli anni dal 2006 al 2010;
      ACCERTATO che:
      1. L'Addizionale E.C.A, è pari al 5 per cento dal D. Lgs. 100 del 18 febbraio 1946.
      2. Una maggiorazione di pari importo (5 per cento) fu introdotta dalla legge 346 del 10 dicembre 1961.
      3. Il potere dei comuni di prelevare dette maggiorazioni con la tassa sui rifiuti è stato, da ultimo, ribadito dall'articolo 33, comma 39, della legge 549 del 28/12/95;
      4. L'addizionale e la maggiorazione "Ex ECA"spettano ai Comuni e sono applicabili, stando alla lettera del R.D.L.2145/37 solo se la tassa viene riscossa con ruolo;
      RILEVATO che il contributo ambientale provinciale è pari al 5%;
      RITENUTO opportuno procedere, per il 2011, alla riscossione diretta del ruolo T.A.R.S.U. tramite c.c.p. n°8442358 -
      DETERMINA
      DI APPROVARE il ruolo suppletivo della TARSU relativo agli anni dal 2006 al 2010 nei seguenti importi:
      TARSU € 28.676.,32
      Addizionale ECA 5% € 1.433,82
      Maggiorazione ECA 5% € 1.433,82
      Addizionale prov.le5% € 1.433,82
      TOTALE € 32.977,78
      DI DISPORRE la riscossione del ruolo in nr. 4 rate mensili di pari importo aventi le seguenti scadenze:
      30 settembre 2011 rata unica oppure
      1^ rata - 30 settembre 2011; 2^ rata - 30 novembre 2011; 3^ rata - 30 gennaio 2012
      4^ rata - 30 marzo 2012
      DI DISPORRE la riscossione della tassa tramite c.c.p. n° 8442358.
      DI PROVVEDERE alla pubblicazione del ruolo.
      Il Responsabile del Servizio
      Antonino Tricoli
      ATTESTAZIONE DI COPERTURA FINANZIARIA
      Visto per la regolar i tà contabi le ai sensi del l 'ar t .151, comma 4, del Decreto Legislat ivo 18.8.2000, n.267.
      Il Responsabile del Servizio Finanziario
      Nunzia Pirrone
      • ATTO numero 38  del 08-04-2010
      Tipo di Atto: DELIBERA DI GIUNTA
      Allegato: DELIBERA G.M. 038.10.pdf (68 kb) File con estensione pdf
      ATTO
      "Approvazione programma operativo finalizzato all'ottimizzazione servizio riscossione e/o recupero tributi - Anno 2009 - Da realizzarsi entro la data del 31/12/2010."
      Proposta di deliberazione presentata dall’Ufficio Tributi avente per oggetto:
      “Approvazione programma operativo finalizzato all’ottimizzazione servizio riscossione e/o recupero tributi
      – Anno 2009 – Da realizzarsi entro la data del 31/12/2010.”
      PREMESSO che, con circolare n.15/A2 del 18/12/2009, la Regione Siciliana fra gli indicatori premiali individua per l’anno 2009 l’approvazione, entro il 31/12/2009, di un programma finalizzato all’ottimizzazione
      del servizio di riscossione e/o recupero dei tributi da realizzarsi entro il 31/12/2010;
      VISTO il programma operativo finalizzato all’ottimizzazione del servizio di riscossione che forma parte integrante e sostanziale del presente atto;
      SI PROPONE ALLA GIUNTA MUNICIPALE
      Di approvare il programma operativo finalizzato all’ottimizzazione del servizio di riscossione e/o recupero dei tributi – Anno 2009 - da realizzarsi entro il 31/12/2010, così come previsto dalla circolare n. 18 del 23/10/2008.
      IL RESPONSABILE DEL SETTORE TRIBUTI
      F.to Antonino Tricoli
      Si attesta la regolarità contabile e la relativa copertura finanziaria, ai sensi degli artt.49, comma 1°, e 151, comma 4°, del D.Lgs.18.8.2000, n.267.
      IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
      F.to Rag. Biagio Fontanetta
      LA GIUNTA MUNICIPALE
      Vista la superiore proposta di deliberazione ;
      Visti i pareri favorevoli in ordine alla regolarità tecnica e contabile;
      D E L I B E R A
      Di approvare per i motivi espressi in narrativa la superiore proposta di determinazione che qui si intende letteralmente trascritta, avente per oggetto: “ approvazione programma operativo finalizzato all’ottimizzazione servizio di riscossione e/o recupero tributi-Anno 2009 da realizzarsi entro il 31/12/2010”.
      Ritenuto che il programma di che trattasi va presentato al competente Assessorato Regionale entro i termini di scadenza, come previsto dalla vigente normativa, dichiarando il presente atto Immediatamente Esecutivo.
      PROGRAMMA OPERATIVO ANNO 2008 FINALIZZATO ALL’OTTIMIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI RISCOSSIONE
      E/O AL RECUPERO DEI TRIBUTI DA REALIZZARE ENTRO IL 31/12/2009
      L’attività dell’Ufficio Tributi assume annualmente un’importanza primaria per il bilancio comunale, essendo proposta all’accertamento e alla riscossione delle entrate comunali derivanti da imposizione di carattere tributario e disciplinata da apposito regolamento.
      A tal proposito questo ufficio vuole sottoporre all’attenzione di questa Giunta Comunale, il programma delle varie attività che si intendono svolgere nell’anno 2009;
      Come già sottolineato , molto è stato fatto nella lotta contro l’evasione ed altro si potrà fare ricercando su altri fonti ancora per scoprire ulteriore possibili fasce di evasione;
      Il programma prevederà un esame di tutti i ricorsi presentati in autotutela sulle liquidazioni e verranno rettificati eventuali anomalie, errori e variazioni non registrate per poi procedere all’approvazione delle somme annullate e rettificate;
      Successivamente verrà effettuato il controllo del dovuto/ versato per l’anno 2006 con eventuale emissione dei relativi avvisi di accertamento per omesso o parziale versamento e all’accertamento per omessa dichiarazione dall’anno 2005;
      Verranno inoltre controllate le denunce di successione inviate dal Ministero delle Finanze per identificare soggetti che hanno ereditato proprietà non denunciata;
      Verranno inseriti tutti i versamenti delle violazioni inviati dal Concessionario ed effettuati dai contribuenti,con successiva emissione degli elenchi per la riscossione coattiva dei soggetti non in regola per tutti gli atti notificati entro il 2008.
      Si procederà inoltre all’esame dei ricorsi presentati da contribuenti per ruoli coattivi a seguito notifica delle cartelle esattoriali;
      Verranno approvate le eventuali somme da annullare o rettificare con conseguente compilazione e trasmissione di modulo di sgravio/discarico al C.N.C. per gli aggiornamenti consequenziali;
      Verranno esaminate le richieste di rimborso presentate per l’anno 2006-2007-2008 e approvate le eventuali somme da rimborsare;
      Verranno aggiornati gli archivi man mano se ne verificheranno le occasioni, usufruendo di tutte le informazioni utili recuperate. Si cercherà di reperire tutti gli indirizzi aggiornati per la corrispondenza ritornata al mittente o eventuali eredi nel caso di decessi;
      Per quanto riguarda la TARSU verranno effettuati i controlli con le variazioni anagrafiche e verranno invitati a presentare la relativa denuncia tutti coloro i quali sono tenuti a farlo a seguito di iscrizione per immigrazione , cancellazione, variazione di domicilio, matrimonio;
      Verranno successivamente emessi relativi accertamenti d’ufficio a coloro i quali avranno omesso di presentare la denuncia;
      Verrà emesso ruolo ordinario TARSU ed eventuali suppletivi se sarà opportuno;
      Per ciò che concerne i tributi locali COSAP e Pubblicità, a seguito della disdetta contrattuale con Tributi Italia S.p.A., il servizio viene svolto da questo Ufficio che procederà alla ricostruzione della banca dati e all’emissione degli eventuali avvisi di accertamento.
      Verranno controllati i pagamenti effettuati dai contribuenti per l’occupazione permanente e temporanea del suolo pubblico, e il controllo del pagamento dei passi carrabili debitamente autorizzati.
      Tuttavia, al fine di garantire una maggiore entrata si potrebbe sollecitare un più accurato controllo sul territorio per quanto concerne l’affissione abusiva di manifesti e l’utilizzo improprio del suolo pubblico.
      Nell’assolvimento di queste funzioni non si trascurerà la tempestiva a solerte disponibilità al pubblico che interagisce con gli uffici tributari , sia per richieste di informazioni, sia per richiedere un aiuto nel disbrigo delle pratiche, sia per i molti problemi relativi ai concessionari che con i loro tempi e i loro solleciti sono spesso motivo di preoccupazione per molti cittadini, soprattutto gli anziani che hanno difficoltà a raggiungere le loro sedi distaccate in città;
      Siamo certi che la realizzazione di questo programma porterà ad un incremento dei tributi riscossi rispetto all’anno precedente.
      Il Responsabile del Settore Tributi
      Antonino Tricoli
      Passaggio alla riscossione TARSU ed ICI in forma diretta.
      Tipo di informazione: Atti Pubblici
      Data: 14/03/2011

      Conferma tariffa TARSU anno 2011.
      Tipo di informazione: Atti Pubblici
      Data: 20/09/2011

        Ordinanze Delibere Determine Gare Spiagge TARSU Infrazioni Stradali Tributi Gestione Spiagge Bilancio Anticipazione di cassa Cimitero ATO PA1, Bilanci, croce, Evasori, Gi Group S.p.A., LEONCINO, PALmuto, PENNUTO ROSSO, Pirrone, Poste, Pulizia Spiagge, rifiuti, Spiagge, tasse, Temporary, TRIBUTI, TRICOLI,


        IL Consigliere Caltanisetta chiede
        l'immediata acquisizione del documento
        da parte dei carabinieri presenti
        alla seduta


        C'è il 2 aprile 2011 sul calendario del
        professore?
        C'èra LUI  il 2 aprile 2011 in via Garibaldi
        PROFESSORE?
        
        C'èra il 2 aprile 2011 munnezza in Via Garibaldi
        professore?
        
        C'era il 2 aprile 2011 il compattatore con il polipo della TRADE ECO SERVICE che raccoglieva munnezza in Via Garibaldi professore?
        C'era il 2 aprile 2011 munnezza in Via Garibaldi!
        C'era il 2 aprile 2011 LUI in Via Garibaldi!
        C'èra il 2 aprile 2011 l'auto di servizio della Polizia Municipale in Via Garibaldi!
        C'era il 2 aprile 2011 il compattatore della TRADE che raccoglieva munnezza in Via Garibaldi!
        IO il 2 aprile 2011 ero in Via Garibaldi che fotografavo le operazioni di rimozione dei rifiuti
        da parte della Trade Eco Service
        sotto la direzione di LUI.  
        PROFESSORE PERCHE' HA CELATO LA REALTA'? COMMETTENDO COSI' UN REATO? "non dire falsa testimonianza"

        GESTIONE RIFIUTI DANNI ERARIALI la mancata verita’ del PROFESSORE atto 27 23 9 2011 trade eco service

        Approvazione protocollo d’intesa tra i Comuni dell’Autostrada tendenti a stimolare una coscienza critica sui condizionamenti di “Cosa Nostra”.
        Atto numero 13  del 12-05-2011
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: delibera CC n.13.pdf (73 kb)

        Il Consigliere Guttadauro ricordata la sua appartenenza alle forze dell’ordine e la sua costante attività nel combattere la malavita chiede come potrebbe egli sedere in questo Consiglio in presenza di infiltrazioni mafiose. Invita, laddove si ritengano sussistenti fonti di prova, a presentare opportune denunzie all’autorità giudiziaria; in assenza invita ad attenersi alle prerogative dell’organo consiliare.
        Il Sindaco afferma che ancora una volta il Consigliere Caltanissetta conferma le sue preoccupazioni: come, infatti; in passato ha abbandonato l’aula in presenza di atti volti a contrastare il fenomeno mafioso, ancora una volta non ha la libertà di votare il protocollo non potendo esprimere una coscienza antimafia. Sin dal primo giorno egli si è assunto il ruolo di delegittimare un’Amministrazione libera e trasparente, ed in tal senso ricorda come egli nel fare un escursus sulla mafia dagli anni 1970 al 2009 abbia saltato un lungo periodo di tempo. La sua cattiveria risulterà priva di riscontro laddove all’assessore Cutino non potrà essere mosso alcun rilievo come nessun rilievo può essere mosso al Consigliere Mignano. Ricorda come nel 2004 il Consigliere Caltanissetta ebbe a fare un comizio a fianco dell’assessore Cutino decantandone le lodi; il ruolo affidatogli lo spinge a vivere in una situazione di disagio. Dichiara la propria assoluta disponibilità ad aprire gli uffici ad un’ispezione prefettizia cosciente della propria onestà e di quella delle persone che rivestono un ruolo all’interno dell’amministrazione, anche in qualità di funzionari, e che non soggiacciono ad intercettazioni.
        L’assessore Cutino chiede scusa per i toni del proprio intervento ma le accuse che gli vengono mosse lo feriscono in modo personale sia nell’aspetto di amministratore, Consigliere comunale prima, Presidente del Consiglio dell’Unione, ma anche sotto l’aspetto personale avendo fatto della dedizione al dovere una propria ragione di vita personale e professionale. Si dimenticano le attività che egli ha svolto contro la criminalità organizzata in seno all’esercito italiano in cui milita. Le affermazioni e gli accostamenti non possono che suscitare la sua ira e ciò avviene costantemente laddove il suo nome viene accostato al termine mafia. I suoi atti concreti dimostrano come egli abbia messo in gioco la propria vita nella lotta alla criminalità.
        Nell’espletamento dell’incarico di Presidente dell’Unione dei comuni insieme ad altri consiglieri elaborò e successivamente si adoperò per l’approvazione di un codice etico contro la mafia, tutt’ora vigente, che ha costituito una novità assoluta ed un fatto importante ben diverso dalla strumentalizzazione. Quest’amministrazione ha avuto, subito appena insediata, da vagliare la destinazione di un bene confiscato alla mafia proprio di proprietà di quella persona che gli causa l’accusa più volte ripetuta che risulta diffamatoria e strumentale. Egli ha avuto il coraggio di mostrare la propria libertà ed il proprio coraggio votando l’assegnazione, massima espressione possibile laddove la minoranza ha preferito defilarsi. Ricorda come si sia aderito al protocollo di legalità con la Camera di Commercio sugli appalti pubblici che è il vero punto di interesse della mafia. Sottolinea, elencandoli, gli atti importanti posti in essere dall’Amministrazione di cui egli fa parte stando sempre in prima fila. Non ha alcun bisogno, quindi, di costituirsi alcuna maschera laddove è in possesso di una coscienza antimafia.
        Il Sindaco afferma che ancora una volta gli vengono indirizzate delle accuse ingiuste solo per aver avuto il coraggio di fare il Sindaco nell’interesse della gente che lo ha voluto, ribellandosi a chi lo voleva vincolare.
        Il Vice Sindaco chiede espressamente se, a suo giudizio, all’interno dell’Amministrazione ci siano persone che abbiano rapporti con la mafia e chiede che in caso positivo ne vengano fatti nomi.
        Lettura ed approvazione verbali delle sedute precedenti.
        Atto numero 11  del 12-05-2011
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: delibera di CC n.11.pdf (45 kb)

        Il Consigliere Caltanissetta chiede una rettifica della parte del verbale contenuta nella delibera n.10 del 29.4.2011, avente per oggetto “Discussione emergenza rifiuti”, laddove, causa il vivace dibattito, non è stata verbalizzata la domanda da lui fatta all’Assessore Cutino se sono stati realizzati nel corso del 2011 da parte di ditte esterne all’ATO PA1 interventi di raccolta e conferimento di rifiuti solidi urbani nel territorio di Isola delle Femmine in società della società consortile, domanda a cui l’assessore ha risposto che nessuna operazione di conferimento da parte di ditte esterne ha avuto luogo nel 2011. In seguito a tale affermazione il Consigliere Caltanissetta ha chiesto espressamente se fossero stati tuttavia realizzati interventi di raccolta da parte di privati in sostituzione dell’ATO PA1 ottenendo una secca risposta in senso negativo da parte del Sindaco.
        L’Assessore Cutino contesta formalmente la variazione chiesta dal Gruppo di minoranza per la parte che lo riguarda espressamente, in quanto le eventuali rettifiche ed integrazioni del verbale possono riguardare solo proprie dichiarazioni e non possono in alcun modo riguardare dichiarazioni rilasciate da persone terze.
        Discussione “Emergenza rifiuti”
        Atto numero 10  del 29-04-2011
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: delibera n.10.11 C.C..pdf (1085 kb)

        Variante al P.R.G. adottato con delibera di C.C. n° 33/2008. Modifica articolo 22 (zone D1) delle norme di attuazione.
        Atto numero 3  del 31-01-2011
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DELIBERA C.C. 03.2011.pdf (347 kb)

        Lettura ed approvazione verbali delle sedute precedenti.
        Atto numero 1
        del 31-01-2011
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DELIBERA C.C. 01.11.pdf (343 kb)

        Lettura ed approvazione verbali delle sedute precedenti.
        Atto numero 2  del 01-02-2010
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DELIBERA C.C. 002.10.pdf (23 kb)

        Il Sindaco chiede che qualora il Presidente autorizzi la lettura della dichiarazione da parte del Consigliere Caltanissetta, questa per una corretta informazione del pubblico presente, venga preceduta dalla lettura dei documenti a firma del Sindaco a cui si intende replicare.
        L’Assessore Cutino evidenzia come si senta leso e diffamato dalla dichiarazione testè letta dal Consigliere Caltanissetta che ribadisce precedenti accuse avverso le quali comunica di avere già sporto querela e preannunzia che non esiterà ad intraprendere ulteriori azioni querelatorie contro tutti coloro che si faranno portavoce di dette accuse altamente lesive ed infamanti.
        Il suo passato, noto a tutti, è documentabile. Tutti sono a conoscenza della sua dirittura morale e dell’attività che Egli ha svolto, sin dal 2004, in qualità di Consigliere Comunale e di Consigliere dell’Unione dei Comuni. Tutti sono a conoscenza che egli si è fatto promotore presso il Consiglio dell’Unione dei Comuni dell’adozione del “Codice Etico contro la mafia”, dei cui dettami era pienamente cosciente e, condividendolo appieno, non solo si è battuto per l’adozione da parte dell’Unione dei Comuni ma si impegnò affinché detto codice fosse approvato da tutti e tre i Consigli Comunali facenti parte dell’Unione e in particolar modo da questo Consiglio che lo ha approvato all’unanimità.
        In quell’occasione ebbe ad auspicare che detto Codice venisse esteso anche agli Assessori Comunali. Respinge, quindi, le calunniose e diffamanti accuse formulate nelle dichiarazioni del gruppo consiliare Rinascita Isolana, che risultano assolutamente prive di ogni fondamento. Esiste, infatti, un rapporto di affinità con il Sig. Bruno Pietro ma non sussiste alcun tipo di frequentazione, e di ciò sono perfettamente a conoscenza anche gli stessi consiglieri di Rinascita Isolana che bene conoscono la sua persona visti i rapporti intercorsi nel passato con alcuni di loro, come in particolare il Consigliere Nevoloso Benedetto. Ricorda come lo stesso attuale coordinatore del gruppo Rinascita Isolana Sig. Stefano Bologna, Sindaco uscente nel 2004, non ebbe alcuna remora ad accoglierlo come candidato nella lista civica dal lui stesso capeggiata pur esistendo, già allora, gli stessi rapporti di affinità oggi contestati.
        La sua attività di Amministratore è sempre stata volta ad evitare di alimentare campagne di odio e si dichiara stupito e rammaricato per la situazione che si è venuta a creare per le accuse diffamatorie mossegli.
        In merito alla richiesta di sue dimissioni avanzata dal Gruppo Rinascita Isolana, evidenzia come non sussistano, secondo la normativa vigente, i presupposti Giuridici - Amministrativi per ravvisare
        condizioni di incompatibilità con la carica assessoriale da egli ricoperta, come del resto riconosciuto dal consiglio comunale all’atto della convalida dell’elezione alla carica di Consigliere Comunale. Mancando la frequentazione, mancano anche i presupposti di connivenza previsti dal codice etico. Ricorda come egli sia stato fra i promotori della proposta di assegnazione dell’immobile confiscato al Sig. Bruno Pietro all’Arma dei Carabinieri per la realizzazione della locale Stazione, dimostrando nei fatti la propria libertà d’azione e l’assenza di qualsivoglia condizionamento a causa del rapporto di affinità. In quella occasione, invece, il gruppo Rinascita Isolana non ritenne di dover appoggiare detta proposta ed abbandonò l’aula consiliare sottraendosi, di fatto, ad un atto doveroso ed altamente significativo per manifestare la volontà di combattere la criminalità mafiosa. Pertanto, alla luce di quanto esposto, dovrebbe essere il Cons. Caltanissetta a dimettersi non avendo avuto il coraggio di sostenere tale proposta. Anzi, ne chiede formalmente le dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale per avere contravvenuto ai dettami del Codice etico contro la mafia approvato da questo Consiglio. Inoltre, respinge, categoricamente, l’accusa formulata dal Gruppo Rinascita Isolana in una precedente dichiarazione, secondo cui il proprietario del bene confiscato lo abbia sostenuto in campagna elettorale reputandola del tutto falsa e priva di ogni fondamento come, del resto, noto a tutti. Per le attività che hanno contraddistinto la sua azione amministrativa, per le campagne ambientaliste condotte a salvaguardia della salute e dell’ambiente, per il lavoro che svolge e per propria forma mentis, egli si dichiara lontano dalla possibilità di subire alcun condizionamento. Chiede, pertanto, alle forze dell’ordine di attenzionare la sua persona e i suoi comportamenti; del resto, egli è conosciuto da tutta la cittadinanza oltre che dagli stessi Consiglieri di minoranza che pretestuosamente lo accusano.
        Lettura ed approvazione verbali della seduta precedente.
        Atto numero 4  del 22-02-2010
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DELIBERA C.C. 004.10.pdf (15 kb)

        Il Sindaco, dopo aver chiesto ed ottenuto la parola, ringrazia il Cons. Caltanissetta per la sollecitudine che farebbe seguito ad un incontro tra il gruppo consiliare Rinascita Isolana e i vertici dell’ATO, ma la condivisione di un documento presupporrebbe un ampio dibattito che partisse da una dettagliata relazione, anche per obbligo di informazione del pubblico presente. Afferma che quest’Amministrazione non risulta avere alcuna morosità nei confronti dell’ATO, avendo contestato parte dei crediti dalla stessa vantati. In atto questo Comune è il solo ente facente parte dell’ATO che provvede regolarmente e mensilmente a corrispondere la somma prevista dal piano industriale 2006 pari ad € 75.000 circa. Assume l’impegno a proseguire nel regolare pagamento nella misura indicata, precisando che la maggiore somma richiesta è oggetto di valutazione da parte dell’autorità giudiziaria.
        Per una migliore e completa conoscenza della situazione propone che venga convocata una specifica seduta consiliare alla quale invitare anche i rappresentanti di detto Ente.
        L’assessore Cutino, chiesta ed ottenuta la parola, ed al fine di dare un contributo, dopo aver ringraziato il gruppo Rinascita isolana per la sensibilità dimostrata precisa che se i lavoratori della temporary hanno potuto percepire a dicembre le spettanze loro dovute ciò è essenzialmente merito di quanto corrisposto da questo Comune. Conferma che quest’Amministrazione ha sempre corrisposto le somme previste dal piano industriale adottato nel 2006 e ciò nonostante che i proventi della TARSU risultino di molto inferiori al costo del servizio. Concorda sulla necessità che la situazione dell’ATO rifiuti venga dibattuta in Consiglio al fine di poter acquisire ogni utile contributo da parte di tutti i gruppi consiliari.
        L’assessore Cutino ribadisce che questo Comune deve corrispondere all’ATO le somme nella misura prevista dal contratto e da quanto nello stesso citato e non certamente quanto richiesto e fatturato indipendentemente dagli obblighi assunti. Solo in via successiva si verificherà l’esattezza delle prestazioni inserite in fattura e si procederà al conguaglio delle somme eventualmente dovute. Precisa che od ogni buon conto nelle more di definizione anche in via giudiziaria è stata avanzata alla Regione richiesta di anticipazione di cassa. Ribadisce come questo Ente, rispetto agli altri comuni facenti parte dell’ATO sia in una situazione di maggiore tranquillità.
        Il Sindaco afferma che, per quanto a sua conoscenza, qualche fattura del 2007 e tutte quelle del 2009 sono state contestate e forse anche tutte le altre.
        Variante al P.R.G. adottato con D.C.C. n° 33/2007 - Rettifica dei confini territoriali rappresentati nella cartografia del PRG.
        Atto numero 6  del 22-02-2010
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DELIBERA C.C. 006.10.pdf (15 kb)

        Il Sindaco preliminarmente evidenzia come la proposta di fatto costituisca una presa d’atto di una situazione esistente in quanto si rende necessario regolamentare una zona territoriale non compresa nel Piano Regolatore Generale adottato dal Consiglio con delibera n°33/2007. Rappresenta come detta situazione sia scaturita dal fatto che il redattore del PRG ha lavorato su una cartografia inesatta.
        Il Cons. Dionisi evidenzia come detta cartografia inesatta sia scaturita a sua volta da un’aerofotogrammetria fornita dall’Ufficio Tecnico in forma ufficiale al progettista, senza che la stessa prima della consegna fosse stata collaudata. Di detto errore ci si è resi conto solo nel 2007 dopo l’adozione del PRG. A seguito di incontri con funzionari Assessorato Regionale al Territorio si è concordato che per la risoluzione del problema il Consiglio Comunale procedesse ad una rettifica del PRG già adottato, ponendo a base delle proprie valutazioni le mappe catastali.
        Discussione in ordine alle richieste del gruppo consiliare “Rinascita Isolana” su asserite “infiltrazioni mafiose”.
        Atto numero 8  del 12-03-2010
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DELIBERA C.C. 008.10.pdf (24 kb)

        Il Sindaco chiede di conoscere se l’infiltrazione cui si riferisce il gruppo “rinascita isolana” ha valenza storica ovvero se invece abbia ripercussioni sull’attuale attività amministrativa.
        L’Assessore Cutino afferma di aver già chiarito la sua posizione nella seduta consiliare dell’1.2.2010, ma, pare, che le sue affermazioni non siano state comprese appieno. Ritiene grave il comportamento del gruppo “Rinascita Isolana” laddove questo asserisce in maniera categorica la presenza di infiltrazioni mafiose. La loro relazione parte da un’analisi riconducibile all’ultimo ventennio senza evidenziare atti ben circoscritti basati su una disamina di congetture prive di riferimenti certi ed attuali. L’accusa non viene giustificata con atti, per cui la dichiarazione risulta denigratoria e non potrà che dar luogo ad ulteriori querele Dal punto di vista giuridico amministrativo non sussistono situazioni di ineleggibilità ed incandidabilità a suo carico, il legislatore pone dei limiti ben precisi alle possibili cause di incompatibilità, tra queste rientra la parentela o affinità fino al secondo grado con condannati per mafia ed in tale situazione egli non rientra affatto; in ogni caso, tiene a sottolineare che il suo caso afferisce ad una situazione di affinità che dal punto di vista giuridico amministrativo, appare ben diversa; ne consegue che le affermazioni del gruppo risultano essere calunniose e diffamatorie; del resto analoga situazione familiare potrebbe essere rilevata a carico del Cons. Mignano; ma il Cons. Caltanissetta si stupisce di quanto accade nella parte avversa, ma non guarda a quanto accade all’interno del suo gruppo di appartenenza laddove persone rispettabilissime si trovano ad avere anch’essi parenti condannati per mafia. È notorio che gli intrecci di parentela ed affinità in una piccola comunità possono essere molteplici e non è giusto che le colpe di un singolo componente ricadano sull’intero ceppo familiare. Nella relazione vengono citati fatti passati che nulla hanno a che vedere con l’attuale Amministrazione. L’unico atto serio che questo consiglio Comunale è stato chiamato a votare è stato l’assegnazione di un immobile confiscato alla mafia. Il fatto che il gruppo “Rinascita isolana” non abbia partecipato alla discussione dovrebbe comportare le dimissioni del capogruppo, Cons. Caltanissetta.
        Riafferma con forza di non aver scheletri nell’armadio e di poter procedere a testa alta sia in funzione della propria storia personale che di quella professionale, confermando di aver sempre operato per il bene della collettività.
        Ribadisce la richiesta di dimissioni del Cons. Caltanissetta per essersi costui rifiutato di partecipare ad una decisione di rilevanza politica nella lotta alla mafia. Vero è che la competenza all’assegnazione dell’immobile ricadeva sul Sindaco, ma questi ha voluto dare un segnale forte, dando al Consiglio la possibilità di esprimersi sull’argomento, essendo il Consiglio Comunale l’Organo che maggiormente rappresenta questa collettività.
        Nel votare di destinare l’immobile confiscato alla mafia nel nostro territorio, destinandolo a Caserma dei Carabinieri l’Amministrazione e il gruppo consiliare di maggioranza hanno dato dimostrazione della propria libertà e dell’assenza di condizionamenti.
        Il gruppo “Rinascita Isolana” si è, invece, defilato violando le previsioni del “Codice etico contro la Mafia”; di conseguenza, in assenza di dimostrate giustificazioni, il capo di detto gruppo ha l’obbligo morale di dimettersi.
        Ricorda di essere stato il promotore, unitamente ai Consiglieri Puccio del Comune di Capaci e Caruso del Comune di Torretta, dell’adozione del Codice etico contro la mafia, in un primo momento all’interno dell’Unione dei Comuni e successivamente in questo Consiglio Comunale.
        Ricorda, come il surrichiamato Codice Etico preveda che, per muovere accuse di vicinanza alla mafia, siano necessari alcuni presupposti fra i quali la frequentazione con soggetti condannati per reati di mafia, frequentazioni che nel suo caso non esistono.
        La richiesta di dimissioni avanzata dal Cons. Caltanissetta risulta, pertanto, inopportuna in assenza di specifiche situazioni in grado di supportarla.
        Il Sindaco definisce ridicolo l’excursus sull’intera vita politica di questa collettività, excursus nel quale, tra l’altro, viene saltato un lungo periodo di tempo.
        Ritornando, infine, sull’invito al Consiglio a procedere all’assegnazione dell’immobile confiscato ad un cittadino condannato per mafia precisa che egli, nel relazionare sull’argomento, aveva fatto una premessa nella quale sottolineava il significato politico che si intendeva dare alla decisione del Consiglio.
        Dà, quindi, lettura di una nota che si allega alla presente per costituirne parte integrante e sostanziale.
        Approvazione, ai sensi degli artt. 32, 33 e 41 della L.R. 10.2.2004, n°1, della proposta di legge di iniziativa dei Consigli Comunali e Popolare “Principi per la tutela, Il governo e la gestione pubblica delle acque. Disposizioni per la ripubbli
        Atto numero 13  del 08-04-2010
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DELIBERA C.C. 013.10.pdf (33 kb)

        Il Sindaco ricorda come l’avvio alla privatizzazione dell’acqua sia scaturito da una delibera del 12/12/2002 con la quale si procedette alla creazione di una società d’ambito
        Giuramento del Sindaco.
        Atto numero 35
        del 25-06-2009
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DCC00035.pdf (11 kb)

        Il Sindaco prestato giuramento, afferma la sua intenzione di amministrare con assoluta trasparenza, dichiarandosi pronto, comunque, ad affrontare qualunque battaglia politica, come fa immaginare il comportamento testé assunto dal gruppo “Rinascita isolana”, certo di poterla vincere grazie all’aiuto della popolazione.  Ringrazia, infine, la cittadinanza per la fiducia accordatagli, preannuncia il proposito di procedere ad una riorganizzazione della macchina amministrativa, promette di operare con onestà e trasparenza, senza accettare provocazioni.
        Destinazione immobile oggetto di confisca ai sensi dell’art.2-ter della Legge 575/65.
        Atto numero 42  del 06-08-2009
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DELIBERA C.C. N.42.pdf (14 kb)

        Il Sindaco ribadisce come la migliore dimostrazione della volontà dell’Amministrazione di contrastare il fenomeno mafioso sia costituita dalla scelta di proporre l’assegnazione dell’immobile all’Arma dei Carabinieri affinché venga destinata a Stazione. Detta scelta è stata operata su consiglio dell’assessore Cutino ed è stata condivisa da tutta l’Amministrazione. In tal modo si riconosce l’alto valore morale che l’Arma ha avuto nel combattere la mafia, lotta che ha comportato il sacrificio di tanti uomini delle istituzioni, quali carabinieri, poliziotti e magistrati
        Il Sindaco, ottenuta la parola del Presidente, evidenzia come l’allontanamento dall’aula del gruppo Rinascita abbia una valenza politica di contrarietà alla destinazione proposta. Detta scelta, del resto, risulta in linea con l’atteggiamento assunto in passata da un Consigliere, facente parte oggi del gruppo Rinascita, laddove questi, gia nel 1995, ebbe a contestare scelte analoghe.  Dichiara di ritenere pretestuoso l’atteggiamento assunto dal gruppo Rinascita e reputa che al gruppo manchi la libertà mentale di contrastare la mafia, e ciò risulta preoccupante per il futuro, anche se il gruppo politico Progetto Isola andrà comunque avanti per la propria strada.
        Approvare i verbali della seduta precedente.
        Atto numero 52  del 28-09-2009
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DELIBERA C.C. N.52.pdf (13 kb)

        Il Sindaco al termine della lettura del documento ribatte che l’Amministrazione dà dimostrazione della propria coscienza antimafia con i propri comportamenti e non a parole.  La Giunta Comunale del resto ha dato dimostrazione della propria volontà di combattere la mafia anche proponendo al Consiglio di destinare l’immobile confiscato ad un condannato per mafia a stazione dei Carabinieri. In detta occasione, la minoranza ritenne di dover abbandonare l’aula, manifestando in tal modo un ben preciso intendimento politico. Giova ricordare, peraltro, che il personaggio proprietario del bene confiscato, in occasione delle scorse elezioni politiche sosteneva il candidato della lista “Rinascita Isolana” Rosario Rappa.
        La volontà della Giunta, quindi, è assolutamente limpida e dimostrabile, per cui tutti i componenti della stessa possono procedere nei compiti loro assegnati a testa alta
        Interrogazioni.  Atto numero 66  del 10-12-2009
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: 66.pdf (13 kb)

        Il Presidente, dopo aver ricordato le previsioni regolamentari in ordine alla trattazione delle interrogazioni, invita il Cons. Caltanissetta, capo del gruppo “Rinascita Isolana” a dar lettura dell’interrogazione avente per oggetto “Sit-in dei volontari di Protezione Civile dinanzi al Comune”.
        Il Cons. Caltanissetta dà lettura dell’interrogazione citata acquisita al protocollo generale del Comune in data 22/10 c.a. al n. 16369.
        Il Sindaco dà, quindi, lettura della risposta scritta che allega al presente verbale per farne parte integrante. Sollecitato dal Cons. Caltanissetta, precisa che il riferimento all’utilizzo del servizio di protezione civile nel passato attiene agli anni 2008, 2007 e precedenti.
        Il cons. Caltanissetta da lettura di una replica alle affermazioni del Sindaco che allega al presente verbale.
        Il Presidente invita il Cons. Caltanissetta, capo del gruppo “Rinascita Isolana” a dar lettura dell’interrogazione avente per oggetto “Ruolo del geometra Giovanni Impastato in seno all’Amministrazione Comunale di Isola delle Femmine”.
        Il Cons. Caltanissetta dà lettura dell’interrogazione citata acquisita al protocollo generale del Comune in data 27/11 c.a. al n. 18775.
        Il Sindaco dà, quindi, lettura della risposta scritta che allega al presente verbale per farne parte integrante.
        Il cons. Caltanissetta, dopo aver premesso che l’interrogazione è stata presentata prima della pubblicazione della determina e che il gruppo consiliare è tenuto ad utilizzare l’istituto democratico delle interrogazioni consiliari e non può avanzare semplici richieste di copia di documentazione, da lettura di una replica alle affermazioni del Sindaco che allega al presente verbale.
        Lettura e approvazione verbali della seduta precedente.
        Atto numero 67  del 18-12-2009
        Tipo di Atto: DELIBERA DI CONSIGLIO

        Allegato: DELIBERA C.C. N.67.pdf (11 kb)

        Il Sindaco, chiesta ed ottenuta la parola, afferma che ancora una volta il gruppo di minoranza dimostra di non avere una cultura dell’antimafia. La reazione del gruppo è la dimostrazione che il loro coordinatore non ha ancora accettato la batosta elettorale. Evidenzia come l’Amministrazione che egli presiede ha fatto una bandiera della legalità ritenendo in tal modo di dare un contributo educativo alla comunità isolana. Sottolinea, quindi, i risultati ottenuti dall’Amministrazione grazie al lavoro svolto, come l’aver ottenuto, dopo otto anni, il VIAVAS positivo del Porto, l’istallazione delle centraline di monitoraggio della qualità dell’aria, l’essere riuscita ad ottenere l’istituzione di una commissione regionale per l’accertamento della pericolosità del radar meteo WIND SHEAR. Afferma, infine, di aver garantito un confronto aperto e democratico e su detta base la gente ha capito e d ha giudicato con il proprio voto alle elezioni amministrative. Ringrazia gli assessori comunali ed i consiglieri per la collaborazione che gli hanno sempre garantita.
        Il Cons. Dionisi lamenta la ripetitività e strumentalità delle accuse mosse all’Amministrazione accuse dietro le quali si nasconde il non essere in grado di realizzare un’opposizione costruttiva.
        Il Vice Sindaco, invita il Presidente a sollecitare il gruppo consiliare “Rinascita Isolana” a presentare la relazione prevista dal vigente regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, al fine di poter trattare l’argomento richiesto da detto gruppo “ infiltrazioni mafiose”.
        2 APRILE 2011,CARABINIERI,CECCHINO,CONSIGLIO COMUNALE,PALmuto,Pappagallo, PENNUTO ROSSO,POLIZIA MUNICIPALE,QUERELA,Trade Eco Service,VEDOVELLO IL PROFESSORE HA MENTITO